Escursionismo: Come Iniziare?

Hai quindi preso questa decisione? Vuoi davvero iniziare a praticare l’escursionismo? Innanzitutto, congratulazioni: hai appena compiuto una scelta che cambierà completamente il modo con cui ti rapporti al mondo naturale. Ci sono un po’ di cose che devi sapere, prima di allacciare le scarpe e partire per i sentieri e oggi siamo qui per darti qualche dritta su come iniziare. Cercheremo di capire quali sono i requisiti che la natura ci richiede, per permetterci di godere di lei e dei meravigliosi paesaggi che ha da offrirci. Crediamo, infatti, che partire preparati, sia fisicamente che mentalmente, sia il modo più facile per avere un buon impatto con questa attività e per far schioccare quella scintilla che ci porterà sulle montagne per molti anni a seguire.

escursionismo

I due aspetti fondamentali dell’escursionismo

Quando si parla di escursionismo e di viaggi in mezzo alla natura, ci sono essenzialmente due aspetti da tenere in considerazione. Da una parte abbiamo l’ambito fisico e le capacità motorie, che sono molto importanti e che vanno curate con attenzione, per evitare di fare il passo più lungo della gamba e rimanere infortunati. Dall’altro lato, si trova l’aspetto tecnico: quale attrezzatura utilizzare? Come scegliere le scarpe adatte e così via. Oggi proviamo a coprire entrambi questi campi, fornendo dei consigli generali per abbracciare al meglio questo mondo.

L’aspetto fisico o “Come mi preparo?”

La montagna è meravigliosa perchè offre sentieri adatti a tutti i livelli di allenamento. Ci sono le vie più ripide, che richiedono una buona capacità atletica, ma anche gli altipiani, in grado di regalare panorami meravigliosi anche a chi fa più fatica a camminare. Una buona preparazione all’escursionismo è, senza ombra di dubbio, camminare in piano, magari su una pista ciclabile o nel vostro parco preferito. Specialmente all’inizio, se si fa una lavoro sedentario e non si vive una vita molto attiva, conviene iniziare dalle basi, per capire come funziona il proprio corpo e quali sono le sue reali capacità. Se non avete mai fatto movimento fisico negli ultimi anni, sarà un po’ come risvegliarsi dopo un lungo sonno: i muscoli sembreranno addormentati e potrebbero anche fare male dopo le prime uscite.

In questo periodo “di costruzione” è bene porsi degli obiettivi da raggiungere, in modo da essere motivati e avere un fine che spinge ad uscire di casa anche quando non se ne ha molta voglia.

A questo punto è importante parlare di un aspetto che viene poco preso in considerazione, un po’ per comodità e un po’ perchè non è intuitivo. Stiamo parlando dell’importanza di mantenersi attivi durante l’inverno.

Considerando che la primavera è la stagione in cui si fanno le gite più impegnative, arrivare preparati a questo momento dell’anno è fondamentale, per potersi godere al meglio le avventure dell’anno appena iniziato. L’unico modo per farlo, però, è quello di non mollare la presa quando le giornate sono corte e fredde e vi consigliamo caldamente di sfruttare questi mesi per tenervi in forma.

Escursionismo inverno

L’aspetto tecnico o “cosa comprare?”

Veniamo ora alla parte che forse interessa di più a voi viaggiatori ed escursionisti professionisti. Scegliere l’abbigliamento e le scarpe giuste è fondamentale per vivere delle belle giornate sui sentieri e, allo stesso modo, compiere delle decisioni sbagliate in questo ambito potrà penalizzarvi molto. Se siete alle prime armi, dunque, quali sono gli accessori che non potete assolutamente farvi mancare?

In primo luogo, le scarpe rappresentano un accessorio essenziale e devono essere scelte con cura e in base ai tipi di terreno che vengono affrontati. Se vi state avvicinando da poco a questo mondo, allora delle scarpe da camminata in montagna sono la scelta più indicata, senza per forza dover ricorrere ai classici scarponcini, che sono generalmente più costosi e non necessari se si affrontano percorsi facili. Una cosa da tenere in considerazione per la scelta delle scarpe è la suola e la sua trazione sui terreni umidi e sdrucciolevoli. Possiamo consigliarvi di affidarvi a modelli che montano una suola Vibram, possibilmente con la miscela MegaGrip, particolarmente adatta per fondi sia facili, sia tecnici.

Per il vestiario, invece, se siete agli inizi della vostra carriera da escursionisti, non è così importante come potrebbe sembrare, ma ci sono un paio di capi sui quali conviene investire. Quali sono? Sicuramente una buona maglia termica e una giacca antivento e antipioggia. Un intimo termico è l’ultimo strato che vi protegge dal freddo e, per questo motivo, deve essere di alta qualità e non deve dare fastidio, anche dopo molte ore che lo si indossa. Una buona giacca antivento e antipioggia, invece, verrà usata meno frequentemente, ma in caso di necessità sarà un amico che vorrete avere con voi: in montagna, specialmente ad alte quote, il tempo cambia rapidamente ed è necessario avere con sé l’occorrente per affrontare qualsiasi situazione.

La scelta dello zaino dovrebbe ricadere su un modello non troppo grande, ma che sia in grado di contenere tutto l’occorrente. Abbiamo già visto in un altro articolo come scegliere un modello di qualità e non vogliamo dilungarci troppo in questo pezzo, ma è bene ricordare due punti fondamentali. Gli spallacci devono essere regolabili e molto comodi, senza dare quella sensazione di strappo che provoca fastidio e fa male alla schiena; il peso deve distribuirsi in maniera omogenea e lo zaino deve essere in grado di mantenere le cose al loro posto durante la marcia.

escursionismo

Se non siete familiari con la zona in cui vi avventurate, vi consigliamo di acquistare una mappa dettagliata dei sentieri e delle strade forestali del luogo, in modo che riuscirete a capire facilmente dove vi trovate e quando distante è il punto in cui volete arrivare. Un’alternativa alle mappe cartacee è l’utilizzo di applicazioni dedicate, come ORUXMAPS (disponibile per Android), che consente di visionare cartine geografiche anche offline.

 

Questa è una breve introduzione per poter iniziare a vivere la montagna e le escursioni al meglio. La più grande fonte di informazioni su questo mondo è sicuramente l’esperienza diretta, quindi allacciatevi le scarpe e mettetevi in cammino: l’aria fresca e i panorami mozzafiato vi stanno aspettando.

 

Articolo di Daniel Zanatta

 

SCARICA GRATIS IL NOSTRO PRIMO EBOOKhttps://www.zainoinviaggio.it/viaggia-quando-vuoi-guida/

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI ALLA NEWSLETTERhttps://www.zainoinviaggio.it/newsletter/

E di entrare a far parte del GRUPPO PRIVATO Zaino in Viaggio su Facebookhttps://www.facebook.com/groups/205018259979417/

Avatar for Redazione Zaino in Viaggio
Redazione Zaino in Viaggio

I viaggi sono la nostra più grande passione. Basta uno zaino, un biglietto aereo, una fotocamera e via, si parte.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Click here to subscribe