7 Consigli Per Viaggiare Con Lo Zaino

L’avventura sta per iniziare finalmente. Dopo tanti preparativi, siete pronti a viaggiare solo con il vostro zaino. Se è la prima volta, avrete sicuramente alcuni dubbi e, magari, anche qualche paura. Avrò preso tutto? Non peserà troppo? Non era meglio cercare una soluzione più comoda? Non temete, questo articolo vi darà dei buoni consigli per iniziare a viaggiare con lo zaino.

Prima di cominciare, è bene tenere a mente che tutti questi consigli hanno lo scopo di farvi viaggiare più leggeri, sia di gambe che di testa. Sì, perché viaggiare leggeri non è solo una questione fisica, legata alla quantità di cose che si possono portare in viaggio, ma è anche una questione mentale, un vero e proprio stile di viaggio, potremmo dire, perché riguarda anche l’approccio, il nostro modo di porci nei confronti di un’avventura e il nostro modo di affrontarla.

Siete pronti?

Partiamo!

#1 Scegli bene il tuo zaino

Il primo consiglio serve per iniziare con il piede giusto. Viaggiare con lo zaino può diventare una vera e propria tortura, se non si dispone di una “valigia” comoda e che si adatti al nostro fisico.

Generalmente, uno zaino da viaggio dovrebbe contenere tra i 45 e i 60 litri, non pesare troppo sulle spalle ed aderire bene alla schiena. Vi sono tantissimi tipi di zaini diversi e la cosa migliore è quella di testare alcuni modelli (magari chiedendo di provarli ad amici e parenti), per capire se possono essere in linea con ciò che stiamo cercando. Se amici e parenti non dispongono di zaini da poterci prestare, consigliamo – se non potete recarvi in un negozio – di informarvi con attenzione online, leggendo diverse recensioni (anche le stesse recensioni su Amazon possono essere utili) e solo dopo un’accurata ricerca procedere all’acquisto.

Ricordatevi che ci sono zaini che potranno essere adatti ad ogni tipologia di viaggio e altri che invece si adatteranno meglio ad alcune situazioni specifiche.

Ad esempio, se state per affrontare un viaggio in cui non volete portare con voi una valigia, un trolley e non volete uno zaino molto grande (per non essere costretti a “mandarlo in stiva”), vi consigliamo di dare un occhio a questi due modelli, che abbiamo testato personalmente e di cui abbiamo parlato in questo articolo.

Viaggiare con lo zaino
#2 Prova diverse scarpe

Almeno che tu non decida di andare a piedi nudi, la scarpa è la connessione tra te e il terreno. Ciò che porti ai piedi può farti vivere un’avventura incredibile o trasformare la vacanza in un incubo. Ci sono tantissimi modelli sul mercato e la cosa migliore è di farsi consigliare dal personale di negozi specializzati. Ci vorrà un po’ di tempo per trovare la calzatura adatta a te, ma vale la pena sperimentare un po’.

#3 Trova un compagno di viaggio con esperienza

Se avete un paio di amici che amano fare viaggi avventurosi, chiedi proprio a loro se possono accompagnarti in un breve itinerario di un paio di giorni. In questo modo, non solo prenderai dimestichezza, ma potrai anche imparare dei trucchi utili da applicare quando dovrai cavartela da solo.

#4 Viaggia leggero

Hai scelto di viaggiare con lo zaino, quindi non caricarlo troppo. Ricordati sempre che tutto ciò che entra nella tua “valigia”, lo porti in spalla: anche se i primi giorni di cammino non si nota la differenza, alla lunga un carico leggero diventerà un fattore importante. Cerca di portare in viaggio solo il minimo indispensabile: questo approccio ti aiuterà a vivere meglio il viaggio e ti farà apprezzare maggiormente le bellezze che vedrai.

#5 Pianifica bene la rotta

Viaggiare con lo zaino è sinonimo di libertà. Tuttavia, molto spesso questa libertà si trasforma in casualità, che porta a brutte esperienze. Non serve avere un piano studiato nei minimi dettagli, anche se alcune persone hanno bisogno di tale sicurezza, ma è estremamente utile farsi uno schema delle tappe, segnando per ognuna la distanza, il dislivello (nel caso dovesse essere presente) e il tempo previsto, Questo step è un must per viaggiare con più leggerezza.

Viaggiare con lo zaino
#6 Crea un piano B

Non sempre le cose vanno come si era previsto e l’abilità di un bravo backpacker è quella di sapersi adattare e affrontare le difficoltà con prontezza e serenità. A questo proposito, aiuta molto avere in mente un piano di riserva, nel caso qualcosa vada veramente storto. Ad esempio, trovare più di un ostello dove trascorrere la notte e conoscere strade alternative, nel caso quella principale si riveli impraticabile, possono rivelarsi fondamentali durante l’avventura.

#7 Porta con te una guida

Questo consiglio si collega al precedente. Una guida o una cartina ben dettagliata della zona è uno strumento importantissimo per poter fare aggiustamenti lungo il percorso e modificare i propri piani in sicurezza. La guida (come, ad esempio, una Lonely Planet) può essere acquistata prima di partire o una volta arrivati al punto di partenza.

Nell’articolo “Guide di viaggio: ecco le migliori” abbiamo parlato delle migliori guide di viaggio in circolazione, che si adattano a diverse tipologie di viaggiatori: cerca quella più adatta alle tue esigenze e al tuo modo di vivere il viaggio.

Insomma, viaggiare con lo zaino è un’esperienza fantastica e seguire questi consigli ti aiuterà moltissimo, specialmente se sei alle prime armi. E se vuoi farti un’idea di quali sono 7 mete ideali per un viaggio “zaino in spalla”, dai un occhio all’articolo “Viaggi zaino in spalla: 7 mete da non perdere”

 

Articolo di Daniel Zanatta

 

Avatar for Redazione Zaino in Viaggio
Redazione Zaino in Viaggio

I viaggi sono la nostra più grande passione. Basta uno zaino, un biglietto aereo, una fotocamera e via, si parte.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.