Viaggio per difendere la mia felicità

Ogni viaggio è un tatuaggio sulla pelle dell’anima.

Un tatuaggio fatto con un inchiostro di meraviglie.

Un tatuaggio di felicità, che non lascia spazio alle lamentele, al buio pesante, al bicchiere sempre mezzo vuoto.

Il viaggio è un antidoto speciale in grado di salvare anima e cuore dai “non posso”, dai “domani”, dai “non ce la farò mai”.

Viaggiare ed essere felici. Viaggiare e provare un senso di totale soddisfazione. Viaggiare e dare alla propria vita l’occasione di aprirsi e di bere sorsi di serenità. Viaggiare e ridere. Dentro o fuori, non importa.

Il viaggio non vuole dare consigli, ma è quel compagno che ti dice: “Vieni con me, ci divertiremo. Non so perché, ma ti prometto che sarà così, fidati di me”.

viaggio

“Come posso io non celebrarti vita?” canta Jovanotti. E in viaggio è così. Si celebra la vita e la felicità, in tutte le sue forme.

Il viaggio è quel qualcosa che alla domanda “Come stai?” ti fa rispondere “Benissimo! Alla grande!” e non con il solito “Bene, dai”, che si posa sulle labbra di troppe persone.

E non finisce.

Sì, il viaggio non finisce mai.

Lo aspetti, lo vivi e poi lo ricordi. Infinito. E non dobbiamo pensare al “vorrei tornare indietro”, quando lo ricordiamo, ma dobbiamo dire “non vedo l’ora del prossimo”. Così si può vivere in un viaggio costante, perché alla fine la vita cos’è se non il viaggio più incredibile? Un viaggio di felicità.

Felicità.

La felicità è la sposa più bella per il viaggio. Con un abito da lasciare senza fiato e con un’eleganza e una gioia nello sguardo che non hanno rivali.

Li vedi quei due, il viaggio e la felicità, scambiarsi le promesse? Lacrime colorate, di pura vita.

Se ne fragano se qualcuno si alza per dire “Io non voglio che viaggio e felicità si uniscano”. Vanno avanti, perché è il loro destino.

Quando viaggiamo, quando lo facciamo davvero, difendiamo la nostra felicità.

Diciamo agli altri, alle negatività, ai pensieri tossici, che non c’è spazio per loro, che quel viaggio ci sta ricordando la bellezza della vita e di ciò che abbiamo.

I sogni sono dentro il nostro zaino, sopra i vestiti e sopra i documenti, perché occupano lo spazio più importante e perché, se ne hanno voglia, possono uscire subito, senza fatica.

Difendere la propria felicità è uno dei compiti più belli e faticosi al tempo stesso, perché, chissà per quale motivo, c’è sempre qualcuno o qualcosa che sembra pronto a colpirla.

Ma il viaggio ci dona un rifugio meraviglioso.

Un rifugio caldo, sicuro, accogliente.

Ogni viaggio apre le proprie braccia per farci trovare quella serenità di cui avevamo bisogno, come un caro amico che è sempre presente.

Non è sempre facile, però, non prendiamoci in giro.

viaggio

Ci sono viaggi in cui quella felicità non riusciamo a trovarla, viaggi in cui partiamo stanchi e anche prendere un aereo sembra un’impresa, in cui quel cielo grigio sopra di noi ci sembra il riflesso esatto di ciò che proviamo.

Viaggi in cui i ricordi non felici non riescono a volare via, ma restano attaccati agli occhi e alle palpebre. Viaggi in cui la pesantezza di qualcosa che non conosciamo spinge verso il basso ogni sorriso, trasformandolo in una smorfia di dolore.

Non è facile a volte. A volte dobbiamo scavare a fondo per recuperare quella felicità che non vuole venire a galla da sola.

E spesso non basta nemmeno scavare.

Però dobbiamo essere onesti con noi stessi e ricordarci che da qualche parte là dentro, nell’anima, nella mente, nel cuore, quella felicità c’è. Nascosta, va bene, ma c’è. Sarà infreddolita e addormentata, ma esiste.

Dobbiamo in qualche modo proteggerla, anche se non la vediamo, perché quando troverà la forza di emergere allora sarà magnifico.

E magari sarà proprio un viaggio a darle quella spinta per uscire allo scoperto e venirci incontro.

Difendiamo la nostra felicità, difendiamola con l’entusiasmo, con la curiosità, con un nuovo viaggio, con la voglia di scoprire sempre qualcosa di nuovo.

Luoghi, persone, culture, pensieri, idee, progetti…

Tutto può trasformarsi in un viaggio se viene vissuto con lo spirito di un viaggiatore instancabile ed entusiasta, innamorato della vita.

La bellezza di tutto quello che un viaggio può donarci è alla portata di tutti. Non esistono viaggiatori di serie A e viaggiatori di serie B.

Lasciamoci prendere e abbracciare da un viaggio, da una nuova meta, dal pensiero di scoprire qualcosa che non abbiamo ancora conosciuto. Forse non è l’emozione più grande e più forte che si può provare nella vita, ma è qualcosa che nutre la nostra anima e la nostra felicità, difendendola.

Grazie ad ogni viaggio per essere un’occasione di nuova vita.

———–

SCARICATE GRATIS IL NOSTRO PRIMO EBOOKhttps://www.zainoinviaggio.it/viaggia-quando-vuoi-guida/

E NON DIMENTICATE DI ISCRIVERVI ALLA NEWSLETTERhttps://www.zainoinviaggio.it/newsletter/

E di entrare a far parte del GRUPPO PRIVATO Zaino in Viaggio su Facebookhttps://www.facebook.com/groups/205018259979417/

 

Avatar for Redazione Zaino in Viaggio
Redazione Zaino in Viaggio

I viaggi sono la nostra più grande passione. Basta uno zaino, un biglietto aereo, una fotocamera e via, si parte.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.