Zaino da trekking per donna: quali caratteristiche deve avere?

Se sei una donna che ama i viaggi avventurosi o le escursioni all’aria aperta, questo articolo parla di uno dei tuoi più cari amici: lo zaino da trekking per donna.

Ci sono tantissime opzioni diverse di zaini da trekking da donna in commercio ed oggi ti voglio aiutare a rispondere a delle domande che sicuramente ti sei già posta: quali caratteristiche non possono mancare in uno zaino da donna? Come scegliere uno zaino da trekking da donna?

Ci sono diverse caratteristiche di uno zaino da trekking per donna che devono essere prese in considerazione, e l’importanza o meno di ognuna di esse dipenderà dalle necessità che avete.

zaino da trekking per donna

Cominciamo dalla capienza, che per gli zaini si misura in litri. Se il tuo zaino da trekking ti servirà per escursioni in giornata, o comunque di breve durata, una capienza intorno ai 30 litri dovrebbe bastarti. Se invece hai bisogno di portare con te attrezzatura varia, o sei impegnata in escursioni di lunga durata, la capienza che cerchi è dai 50 ai 70 litri. Molti escursionisti hanno per esempio uno zaino da trekking per ogni stagione: uno con capienza maggiore, per la stagione invernale, ed uno più piccolo per la stagione estiva, in cui l’attrezzatura occupa più spazio.

La comodità di trasporto deve essere un altro degli elementi principali da considerare per uno zaino da trekking da donna. Sono preferibili i modelli con schienale regolabile, che si adattano al corpo di chi lo indossa, e che assicurano una migliore distribuzione del peso. Assicurati che lo zaino da trekking abbia una cintura comoda ed imbottita, che sia ampia e che poggi sulle anche, per distribuire il peso sul bacino.

Passiamo alla forma ed all’equipaggiamento dello zaino da trekking per donna. Uno zaino più alto dona maggiore bilanciamento alla camminata rispetto ad uno largo. Inoltre, assicurati che lo zaino che scegli abbia l’equipaggiamento adatto per le tue necessità: ganci, scomparti specifici imbottiti, divisori, tasche (su queste entreremo nello specifico più avanti) e scomparti per prendere ciò che ti serve rapidamente, e quant’altro. Inoltre, se lo utilizzi per escursioni sulla neve o se pensi di essere esposto a piogge frequenti, assicurati che lo zaino sia non solo resistente, ma anche impermeabile.

Le tasche sono un altro elemento da non sottovalutare, in quanto uno zaino con grandi tasche esterne rischia di compromettere la stabilità del carico. La soluzione migliore sono tante piccole tasche che scompaiano all’interno della superficie dello zaino, così da permettere facile accesso agli elementi utili. Se trovi uno zaino di quelli che si aprono sia sulla parte superiore che sul fondo, con due distinti scomparti, secondo me è la soluzione migliore! Così eviterai di passare ore a rovistare tra gli oggetti che trasportati.

Per quanto riguarda gli spallacci dello zaino da trekking, quelli ideali devono essere imbottiti, ma non troppo morbidi. Tenderanno altrimenti a deformarsi nel tempo, e non saranno più efficaci. Assicurati che siano accessoriati con una cinghia da allacciare all’altezza del petto. Questo accessorio è fondamentale, in quanto garantisce che lo zaino non scivoli all’indietro. Sono inoltre molto utili le cinghie per il richiamo del carico: quelle fibbie che servono, appunto, a regolare quanto carico viene posto sulle spalle. Si trovano sulla parte superiore degli spallacci e sono regolabili.

Speriamo di essere riusciti a darvi una panoramica completa riguardo il mondo degli zaini da trekking per donna.

E se siete alla ricerca di uno zaino, potete dare un occhio a questi modelli (e non dimenticate di farci sapere come vi siete trovate!).

 

di Margherita Scaglione

Avatar for Redazione Zaino in Viaggio
Redazione Zaino in Viaggio

I viaggi sono la nostra più grande passione. Basta uno zaino, un biglietto aereo, una fotocamera e via, si parte.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Click here to subscribe