Liquidi e Bagaglio a Mano: Quali sono le Regole più Comuni?

Una delle problematiche più grandi che sia i viaggiatori professionisti che quelli alle prime armi condividono riguarda, senza ombra di dubbio, il modo corretto per trasportare i liquidi nel bagaglio a mano. Sì, perché al giorno d’oggi sembra che ogni compagnia abbia delle regole diverse in questo ambito e ciò non fa altro che creare confusione e preoccupazioni. Anche per questo motivo, qualche tempo fa, abbiamo iniziato una serie dedicata alle norme generali delle diverse agenzie di volo in merito al trasporto del bagaglio a mano e, se avete letto qualche articolo, saprete sicuramente quanto possano essere distanti tra loro Easyjet, Ryanair e Alitalia.

Tuttavia, quando si parla del trasporto di liquidi, ci sono delle regole che vanno bene per moltissime compagnie aeree, in quanto vengono stipulate a livello internazionale e non sono a discrezione privata.

Per fare chiarezza su alcuni dei punti fermi riguardanti queste normative, abbiamo pensato di scrivere questo articolo. Speriamo che possa aiutarvi e rispondere alle vostre domande: sappiamo bene quanto possa essere stressante dover partire per un viaggio e non aver ben chiaro dei punti così importanti. Se, alla fine della lettura, doveste avere altre domande a riguardo, vi consigliamo di chiedere nel nostro gruppo Facebook, dove ogni giorno migliaia di viaggiatori professionisti si scambiano consigli e aiutano gli altri ad avere la migliore esperienza possibile.

liquidi bagaglio a mano

Che cosa si intende per liquidi?

Una delle prime domande che sorge quando si parla di questo argomento è sicuramente la definizione di liquido. Il modo migliore per pensare ad un liquido, almeno secondo le regole delle linee aeree, è concepirlo come “qualsiasi cosa che non sia effettivamente solida”. Quindi non si sta parlando solamente di acqua o bevande, ma anche di profumi, bagnoschiuma, shampoo, smalto ed altri cosmetici molto comuni. Una cosa che abbiamo imparato durante i nostri viaggi è che bisogna avere una mentalità molto aperta, soprattutto per quanto riguarda le norme di sicurezza: quello che può sembrare un termine abbastanza ristretto, nel linguaggio aeroportuale può assumere una gamma di significati inaspettata. Ad ogni modo, sui siti delle agenzie di volo più famose è possibile accedere ad una lista dettagliata di ciò che viene classificato come liquido.

Prima e Dopo i controlli di sicurezza

Chiunque sia mai stato in aeroporto ha assistito almeno una volta a questa classica scena. Un signore arriva al momento dei controlli con una bottiglietta di acqua da mezzo litro e gli viene chiesto di buttarla. Un po’ indispettito, forse perché non si aspettava questa reazione dalle guardie aeroportuali, segue le indicazioni e getta la bottiglia. Qualche rapido controllo e, nel giro di qualche minuto, si può vedere la sua faccia stupita nel vedere negozi che vendono bottiglie identiche alla sua, ma per un prezzo molto più alto.

Come ben saprete, si tratta della zona “duty free” ed è proprio da qui che vogliamo cominciare. Infatti, nel caso in cui si dovesse commettere un errore nell’impacchettamento dei liquidi e, al momento del “security check” venisse chiesto di lasciare alcuni prodotti prima di passare, si può sempre recuperare acquistando l’occorrente nell’aera limitrofa ai gate. Chiaramente, i costi dello “shopping” nella zona duty free sono abbastanza elevati, ma essa rappresenta, a nostro modo di vedere, una certezza in più. Certo, si dovrà spendere qualche euro in maniera inaspettata, ma rimane comunque una valida ultima spiaggia.

Con questo non vogliamo di certo dirvi di non informarvi affatto e tentare la sorte ai controlli. Purtroppo (o per fortuna, dipende dai punti di vista), le regole sono molto ferree ed è praticamente impossibile superare la security per puro caso. Una buona conoscenza delle norme che la compagnia con cui viaggiate mette in atto è sempre il primo passo verso un volo ed un viaggio sereno e privo di problemi. A questo fine, vi rimandiamo alla nostra serie dedicata.

Regole Generali relative al trasporto di liquidi nel baglio a mano

Come abbiamo già detto nell’introduzione, se ogni compagnia aerea tende a fare le proprie regole in merito alla dimensione del bagaglio a mano e al suo peso, le cose cambiano quando si parla del trasporto di liquidi. Certo, ci possono essere delle piccole variazioni, ma in linea generale ci sono degli standard che ogni agenzia è tenuta a seguire, per garantire la sicurezza dei propri viaggiatori. Vediamo, quindi, alcune di queste norme e cerchiamo di comprenderle bene.

La prima regola che, nel 99% dei casi viene applicata, riguarda la quantità massima di liquidi che una persona può portare con sé nel bagaglio a mano. Generalmente, questa quantità non deve superare un litro totale. Può sembrare poco, ma ricordatevi comunque che avrete la possibilità di fare acquisti nella zona duty free e una volta atterrati. In altre parole, secondo noi si tratta di una dose giusta, soprattutto se si sta partendo per un viaggio di breve o media durata.

kit liquidi

La seconda norma riguarda le modalità in cui questi liquidi devono essere trasportati. Non è ammesso utilizzare la confezione originale, quindi potete abbandonare l’idea di mettere in borsa direttamente una bottiglietta di shampoo o un profumo. Infatti, come si può leggere sui diversi siti delle compagnie aeree più importanti, ogni liquido deve essere contenuto in bustine di plastica trasparenti, della capacità massima di 100 millilitri. Quindi, facendo un rapido calcolo, ogni persona può trasportare al massimo 10 bustine.

Le buste, oltre che permettere la visione del contenuto, devono essere chiuse ermeticamente. Guardando online si possono trovare diversi modelli dedicati appositamente al trasporto nel bagaglio a mano e il nostro consiglio è quello di acquistare una soluzione disegnata appositamente a questo scopo e che sia stata testata da altri viaggiatori (tipo questa). Solitamente, infatti, i controlli sono molto serrati e la tendenza è quella di essere il più conservativi possibili. In altre parole, se per qualsiasi motivo la guardia aeroportuale dovesse trovare un errore nel confezionamento, non esiterà a farvelo lasciare a terra.

 

Eccoci giunti alla fine di questa breve guida relativa al trasporto di liquidi nel bagaglio a mano. Sappiamo bene quanto possa essere un argomento controverso e come possa preoccupare molti viaggiatori alle prime armi. Potete stare tranquilli: dopo i primi voli capirete meglio ciò che è concesso e vivrete i voli in maniera più serena.

 

Articolo di Daniel Zanatta

Avatar for Redazione Zaino in Viaggio
Redazione Zaino in Viaggio

I viaggi sono la nostra più grande passione. Basta uno zaino, un biglietto aereo, una fotocamera e via, si parte.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Click here to subscribe