Zaino monospalla: cos’è e quali sono i modelli migliori?

Continuiamo ad occuparci di tipologie di zaini leggermente diverse dal classico modello standard. Infatti, capita sempre più spesso di imbattersi in viaggiatori professionisti che utilizzano dei prodotti che, fino a poco tempo fa, era raro vedere, mentre oggi stanno raggiungendo un’utenza sempre più vasta. Dopo aver visto i pregi e i difetti degli zainetti da viaggio, nell’articolo di oggi andiamo a prendere in considerazione lo zaino monospalla.

Muovendosi tra le principali città europee è facile vedere come ci siano moltissime persone che decidono, per i più diversi motivi, di utilizzare uno zaino monospalla.

Le ragioni, come abbiamo detto, sono tantissime e cercheremo proprio di andare a capire quali queste siano.

Spesso, purtroppo, quando una novità viene lanciata sul mercato, si riscontrano due reazioni opposte, ugualmente, a nostro modo di vedere, poco proficue. Da una parte ci sono coloro che rifiutano il nuovo e che si pongono sulla difensiva. Dall’altra, invece, ci sono le persone che si lanciano sulla “new entry”, abbandonando completamente il passato. Lo stesso trend, come abbiamo avuto più volte occasione di vedere, avviene per l’ambito travel. Quando esce un nuovo prodotto o modello, i viaggiatori professionisti si spaccano a metà e non è facile osservare le cose con razionalità. Uno degli obiettivi dei nostri articoli è proprio quello di dare uno sguardo abbastanza oggettivo, valutando sia gli aspetti positivi che quelli negativi delle novità proposte dal mercato.

Per questa ragione, oggi prendiamo in esame lo zaino monospalla. In un primo momento, metteremo in luce quelli che, a nostro modo di vedere, sono i pregi di questo prodotto e i vantaggi che può avere rispetto ad un modello standard. Successivamente, elencheremo le caratteristiche “negative” e le possibili criticità di un modello simile. Infine, valuteremo alcuni degli zaini monospalla più venduti e li esamineremo in modo da offrire dei consigli all’acquisto a tutti coloro che sono interessati.

Vi lasciamo ora all’articolo e, nel caso in cui aveste dei consigli o delle informazioni in merito a questa novità, che sempre più viaggiatori stanno adottando, fateceli sapere: siamo sempre curiosi di ascoltare la vostra esperienza. Buona lettura!

zaino monospalla

Vantaggi di uno zaino monospalla

Partiamo subito prendendo in esame i vantaggi che uno zaino monospalla possiede sui modelli più standard. Dopo avere riflettuto, ne abbiamo individuati 3. Eccoli qua.

  1. Una maggiore leggerezza

Senza ombra di dubbio, un primo aspetto positivo degli zaini monospalla si trova nella loro leggerezza. Chi si muove spesso con zaini “normali”, sa bene quanto alla lunga possano risultare ingombranti e debilitanti per il corpo, specialmente se non si è molto allenati. Quello che poche persone prendono in considerazione, però, è che una buona parte del peso è concentrata sugli spallacci. Spesso, infatti, per poter protegge le spalle, un grande quantità di materiale è inserita all’interno di questa parte dello zaino; ciò contribuisce all’aumento generale del carico e può rivelarsi un nemico, piuttosto che un alleato, sulle lunghe distanze. Al contrario, lo zaino monospalla offre un unico spallaccio e questo permette di ridurre drasticamente la massa totale. Inoltre, spesso questi modelli offrono una minore capacità e, di conseguenza, permettono di trasportare meno materiale. Se, come vedremo in seguito, da un lato ciò si rivela uno svantaggio, dall’altro rappresenta una buona motivazione per portare con sé solo lo stretto necessario, dovendo trasportare, in questo modo, un peso decisamente minore. Soprattutto per quanto riguarda viaggi di una durata superiore ai 3 o 4 giorni, avere uno zaino pensato per essere leggero è, senza ombra di dubbio, un vantaggio a cui non si vuole rinunciare.

  1. Una comodità inaspettata

Non abbiate paura di ammetterlo: quando avete visto per la prima volta uno zaino monospalla avete subito pensato a quanto fosse scomodo. Non preoccupatevi, è successo anche a noi e pensiamo che sia una reazione abbastanza comune. Dopotutto, quando si è abituati a vedere solo il classico modello standard di zaino da viaggio, non è facile concepire che ci siano altre soluzioni per spostarsi efficacemente con le proprie gambe. Eppure, dopo aver provato uno zaino monospalla, possiamo dire in tutta sincerità che si tratta di un accessorio estremamente comodo. Chiaramente, anche in questo caso molto dipende dal modello. Ci sono, senza ombra di dubbio, dei prodotti più validi di altri, ma nel complesso possiamo dirci soddisfatti dell’oggetto. Il fatto che si abbia solamente uno spallaccio a disposizione non è affatto debilitante, almeno per le prime ore di cammino. Specialmente per chi ama frequentare le fiere o visitare città e, di conseguenza, ha sempre a disposizione la possibilità di fermarsi e riposare, il monospalla potrebbe essere un’ottima alternativa allo zaino tradizionale. Il comfort, abbiamo potuto riscontrare, è dato in particolar modo dalla qualità dello spallaccio. Infatti, se in un modello standard il peso viene distribuito su due spalle ed è quindi più sopportabile, anche in caso di parti che sfregano o di bassa fattura, in questo caso è vero esattamente l’opposto. Ogni minimo difetto della porzione di zaino che aderisce sulla spalla si fa sentire fin dai primi minuti ed è per questo motivo che, secondo la nostra opinione, è molto importante testare un prodotto di questo tipo prima di procedere all’acquisto. In questi casi consigliamo sempre di chiedere al commesso del negozio se è possibile fare due passi con il prodotto, in modo da poter capire se ci sono degli “hot spot” oppure no.

  1. Un prezzo medio più basso

Il terzo ed ultimo vantaggio che andiamo ad analizzare riguarda il lato economico. Infatti, gli zaini monospalla, in media, costano di meno rispetto ai modelli tradizionali. La motivazione ci è sconosciuta, eppure, dopo aver fatto una breve ricerca di mercato è palese come il prezzo sia decisamente conveniente. Ciò permette anche ai meno “decisi” di testare con mano questa tipologia di zaino da viaggio, in modo da farsi un’idea delle sue qualità e caratteristiche.

Ovviamente, ci sono dei modelli di zaino monospalla che arrivano a costare anche diverse centinaia di euro: il nostro ragionamento riguarda una media generale e non si riferisce ad un modello specifico, piuttosto che ad un altro.

Svantaggi dello zaino monospalla

Ora che abbiamo visto i vantaggi principali di uno zaino monospalla, è il momento di passare ad esaminare quelli che sono gli aspetti “negativi” di questo prodotto. Come vedrete, non abbiamo individuato tante criticità e questo per una ragione ben precisa: si tratta di una tipologia di zaino che funziona. L’elenco seguente serve solamente a scopo informativo e non vuole, in nessun modo, avere un’influenza negativa sul prodotto. Come sempre, però, vogliamo essere trasparenti e sistematici ed è per questa ragione che abbiamo deciso di mettere in risalto anche tali aspetti.

  1. Meno spazio rispetto ad uno zaino normale

Nonostante, come abbiamo visto nella sezione precedente, avere una capacità di carico minore possa essere un aspetto positivo, bisogna anche considerare la sua controparte negativa. Uno zaino monospalla, infatti, non permette, generalmente, di trasportare la stessa quantità di oggetti di un prodotto standard. Questa è una delle ragioni per cui molte persone storcono il naso, quando si sente parlare dell’argomento. Se siete dei viaggiatori professionisti che necessitano di avere con sé una grande quantità di accessori, allora un solo spallaccio potrebbe non essere la scelta migliore per voi.

  1. Non adatto ai lunghi viaggi a piedi

Questo secondo aspetto è fondamentale da tenere in considerazione, se si vuole intraprendere un viaggio di lunga durata e si è in cerca di uno zaino in grado di accompagnarci durante l’avventura. Gli zaini monospalla, infatti, sono stati pensati per chi si sposta per lavoro o per piacere, ma solo per poco tempo. Proprio per questa ragione, si vedono sempre di più tra le fiere e le mostre, dove i visitatori vogliono un modello di zaino pratico da portare e che pesi poco. Al contrario, per i viaggi a piedi di media e lunga distanza, un classico zaino o zainetto da viaggio è preferibile.

  1. Una scelta più ristretta

Non si tratta tanto di uno svantaggio, ma più di un dato di fatto. Il mercato per gli zaini monospalla è ancora giovane e i modelli realizzati non sono moltissimi. Sicuramente, per chi acquista uno zaino standard c’è una maggiore varietà, ma ciò non significa comunque che i modelli dedicati a questa gamma di zaini non ci siano. È vero, il numero è ridotto, ma vi sono già degli zaini monospalla che si sono affermati come sinonimo di qualità e durevolezza. Quali sono? Li presentiamo nella prossima sezione!

I modelli migliori di zaini monospalla

Procediamo ora con l’ultima sezione di questo articolo, nella quale andremo a dare uno sguardo agli zaini monospalla che si stanno ritagliando un posto privilegiato nei cuori dei viaggiatori professionisti. Lasciamoci dunque alle spalle vantaggi e svantaggi e andiamo a toccare con mano i diversi prodotti.

Come sempre, la nostra classifica si basa su gusti personali e vuole rappresentare una guida di consigli all’acquisto. Ogni viaggiatore ha le proprie esigenze ed indicare lo zaino perfetto per tutti è impossibile e al di fuori degli scopi del nostro sito. Nel caso in cui aveste degli zaini monospalla con cui vi siete trovati particolarmente bene, fatecelo sapere: sarà un piacere condividerli con il resto della community.

  1. Piquadro Monospalla

Il primo zaino monospalla che andiamo ad esaminare è ideato e prodotto da Piquadro, una azienda che non ha di certo bisogno di presentazioni. Questo modello si presenta in un accesso blu chiaro, che lo rende perfetto per i viaggi di piacere (per chi si muove spesso per lavoro, consigliamo di dare un’occhiata ai modelli che seguono). La capacità di carico è decisamente ottima e consente di portare con sé tutto lo stretto necessario per un viaggio di un paio di giorni. Senza ombra di dubbio, si tratta di uno zaino monospalla davvero ben fatto, che non possiamo non consigliare a chi voglia avvicinarsi a questo mondo.

Piquadro monospalla

 

  1. Maxpedition

Questo zaino monospalla lo abbiamo scelto per la sua peculiarità. Non capita spesso, infatti, di potersi imbattere in uno zaino di questa tipologia che sia stato studiato e realizzato per l’escursionismo. Maxpedition sembra prendere in considerazione tutte le criticità che abbiamo messo in evidenza in questo articolo e produrre un modello che le sorpassa. Il colore militare dona allo zaino monospalla un look aggressivo e tenace, perfetto per un’avventura in montagna o una gita fuori porta.

Maxpedition

 

  1. Extreme Pak

Abbiamo deciso di includere questo zaino monospalla all’interno della nostra classifica, per via di una caratteristica davvero interessante. Si tratta, infatti, del primo prodotto di questo tipo che offre la possibilità di portare una borraccia sull’esterno. Come mai è una feature da non lasciar cadere in dimenticatoio? Perchè se moltissimi zaini di dimensioni standard danno questa possibilità, per i monospalla si tratta davvero di qualcosa che si vede raramente. Lo zaino, infatti, viene portato “in diagonale” e, di conseguenza, l’inclinazione rende spesso impossibile il trasporto di liquidi all’esterno. Extreme Pak, a quanto pare, è riuscito a risolvere questo problema e a portare anche sui monospalla questa interessante caratteristica.

Extreme pack

 

  1. SOG

Concludiamo questa carrellata di zaini monospalla con un modello adatto a chi si muove spesso per lavoro e necessita di una borsa che sia comoda, durevole ed elegante. SOG rispetta tutte queste caratteristiche e si impone come uno degli zaini della categoria più amati dai viaggiatori professionisti. Le cuciture sono davvero resistenti e c’è abbastanza spazio per trasportare un cambio, un computer portatile e qualche accessorio di convenienza; insomma, tutto il necessario per un viaggio d’affari. Raffinato, classico e ricco di stile, questo modello è un vero top di gamma e una volta provato, è difficile tornare indietro. Noi vi abbiamo avvisati!

SOG

 

Siamo arrivati alla fine di questo articolo, nel quale abbiamo visto come gli zaini monospalla stiano diventando sempre più un competitor del modello standard. Sebbene ci siano svantaggi considerevoli, gli aspetti positivi sembrano essere percepiti più intensamente dal mercato. E voi, avete mai provato uno di questi prodotti? Come vi siete trovati? Avete qualche modello da consigliarci? Scriveteci: siamo davvero curiosi di conoscere le vostre esperienze.

 

Articolo di Daniel Zanatta

Avatar for Redazione Zaino in Viaggio
Redazione Zaino in Viaggio

I viaggi sono la nostra più grande passione. Basta uno zaino, un biglietto aereo, una fotocamera e via, si parte.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.