Zaino Da Trekking: 6 Cose Che Non Possono Mancare

Preparare uno zaino da trekking in modo che sia funzionale e non pesi troppo è sia un’arte che una scienza. Ci sono delle cose che non possono assolutamente mancare ed altre che possono variare in base ai bisogni personali. Ci sono accessori che dobbiamo portare con noi per fronteggiare condizioni climatiche particolari e ci sono elementi che possono servirci semplicemente per rendere più piacevoli le nostre escursioni. Tutto dipende dalla nostra idea di passeggiata e dalle nostre abitudini.

Prima di vedere cosa non deve mancare in uno zaino da trekking, è bene fissare un concetto importante: quello di multifunzionalità.

Un oggetto multifunzionale è, come dice la parola stessa, un oggetto che svolge più funzioni, come il coltellino svizzero. Il punto di forza di questi accessori è che pesano poco e sono utili per compiere più di un’azione.

Addentriamoci ora nello specifico e scopriamo gli oggetti fondamentali da mettere nello zaino da trekking.

zaino da trekking
#1 Kit medico

La sicurezza prima di tutto. Nei negozi specializzati puoi trovare dei set di primo soccorso ad un prezzo contenuto e che non siano troppo ingombranti.

In alternativa, puoi costruirne uno fai-da-te. Generalmente, un kit medico contiene cerotti, salviette disinfettanti, una benda, una benda triangolare (per immobilizzare le spalle, in caso di lussazione), delle forbici e un nastro di scotch per la pelle. Non dimenticarlo mai, perché ti permetterà non solo di far fronte a piccoli imprevisti, ma anche di viaggiare tranquillo, sapendo che in caso di “pericolo” non sarai a mani vuote, ma avrai a disposizione degli strumenti che ti portanno aiutare.

Kit medico 90 pezzi 

kit medico

#2 Coltellino svizzero

Il coltellino svizzero è un ottimo strumento, che può rivelarsi utile nelle occasioni più disparate. Versatile, leggero e poco voluminoso può rappresentare un oggetto di cui non potrete fare a meno durante le vostre escursioni. Dall’aprire una bottiglia al tagliare una corda, questo accessorio è il tuo compagno ideale.

Victorinox

coltellino

#3 Una mappa o GPS

La mappa è fondamentale e non può mancare in uno zaino da trekking. Grazie ad essa potrai orientarti facilmente, trovare strade alternative, capire quanto sei lontano dalla meta e cercare punti di interesse, come ostelli e centri abitati. In alternativa, puoi affidarti ad un GPS. Ne esistono di diversi tipi, sia da polso, sotto forma di orologio, che da attaccare allo zaino.

Garmin Etrex 10

gps

La maggior parte di essi ha la possibilità di memorizzare un numero di emergenza, da poter contattare in caso di pericolo (in molti di questi dispositivi, tale funzione è attiva anche quando non c’è campo).

zaino da trekking

#4 Una corda

Apparentemente di poca utilità, una corda può aiutarti in parecchie situazioni. Ad esempio, una volta raggiunto l’ostello, può servire per stendere all’aria i propri vestiti o farli asciugare dopo averli lavati. Vedrai che capiteranno sicuramente delle situazioni dove ringrazierai di aver letto questo articolo 😉

Corda GardenMate

corda

#5 Scorte di cibo ed acqua

Fondamentale avere con sé del cibo di scorta. Infatti, può capitare che si debba stare sulle gambe più del previsto o di arrivare a tarda notte, quando non ci sono locali aperti. Barrette energetiche, gel e sali minerali non possono mancare in uno zaino da trekking. Per la quantità, tieni a mente che, camminando, il tuo corpo brucia circa 350 calorie ogni ora. La cosa migliore è integrarne almeno la metà. Un consiglio è di non aspettare troppo tempo prima di iniziare ad assumere calorie, ma di integrarle regolarmente di ora in ora.

Ancora più importante del cibo è l’acqua, specialmente se siamo in un territorio arido e caldo. Assicurati sempre di avere una riserva di liquidi di almeno un litro, se sai di non aver accesso a fontane o supermercati per tanti chilometri.

#6 Purificatore d’acqua

Collegato al punto precedente, un purificatore è un accessorio utile da mettere nel tuo zaino da trekking. Se stai viaggiando in stati “a rischio”, prima di bere l’acqua da una sorgente è sempre bene purificarla. Vi sono diversi modelli, ma occupano tutti pochissimo spazio e spesso hanno anche altre funzionalità.

LifeStraw

Ecco un esempio di purificatore che consente di bere acqua proveniente da fonti idriche contaminate in sicurezza

purificatore acqua

E non dimenticatevi anche delle app per il vostro cellulare.

Potrebbero tornarvi utili anche alcune applicazioni da scaricare sul vostro smartphone, adatte a chi ama fare escursioni in montagna: date un occhio a questo articolo Viaggiare in montagna: 4 applicazioni fondamentali.

Questi sono i nostri essenziali per uno zaino da trekking che si rispetti. E a voi? Cosa vi piace portare durante le vostre avventure?

Articolo di Daniel Zanatta

Avatar for Redazione Zaino in Viaggio
Redazione Zaino in Viaggio

I viaggi sono la nostra più grande passione. Basta uno zaino, un biglietto aereo, una fotocamera e via, si parte.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.