Zaino da Sci: 5 Modelli Ideali

Sciare è una delle attività più amate dagli amanti della montagna. In particolare, lo sci alpinismo è in grado di portare una persona in mezzo alla natura più incontaminata. Essenzialmente si tratta di una sorta di escursionismo con gli sci, dove può capitare di non seguire una traccia ben definita. Questo avviene sia perchè i sentieri, con la neve, sono poco visibili, sia perchè la voglia di avventura, solitamente, è talmente tanta da sopraffare il desiderio di rimanere “al sicuro” e di convincere l’avventuriero a lasciare la via battuta, per esplorare ciò che la montagna ha da offrire. Insomma, si tratta di un’esperienza che può richiedere l’andare incontro a situazioni completamente differenti, anche nel giro di pochi minuti. Non è raro, infatti, sentire cronache di persone che sono state colte alla sprovvista da un improvviso cambio atmosferico o che non riuscivano più a scendere dal versante della montagna da cui erano salite. Questo capita perchè la montagna, più in alto ci si spinge, diventa sempre meno prevedibile. Se a basse quote è possibile avere un’idea precisa di come sarà il tempo in un arco anche di diverse ore, quando si superano altitudini importanti, tutto cambia. Per questa ragione, è doveroso essere ben equipaggiati e pronti ad affrontare qualsiasi inconveniente. È ben chiaro che il materiale verrà raccolto in uno zaino e proprio per questo motivo, il mercato degli zaini da sci sta diventando ogni stagione più grande. Ma quali sono i migliori modelli che si possono trovare attualmente? La stagione invernale è ormai iniziata e chi ama lo sci e lo sci alpinismo sta già pensando alla prossima gita. Manca solo uno zaino da sci nuovo (o il vostro primo, se siete dei neofiti) ed è ciò di cui parleremo in questo articolo. Buona lettura!

zaino da sci
Photo by CoppaDelleDolomiti on Visual hunt / CC BY
Che cosa non può mancare in uno zaino da sci?

Cominciamo con la fatidica domanda: che cosa deve esserci in uno zaino da sci, per essere sicuro ed ideale per un giro in montagna? Di seguito vediamo le tre caratteristiche principali di questo tipo di zaino, in modo che quando arriveremo alla top 5, saprete perchè abbiamo scelto determinati prodotti a discapito di altri.

Lo zaino da sci deve essere leggero

Si tratta di un punto fondamentale, che, a nostro modo di vedere, spesso viene sottovalutato. Il problema di uno zaino da sci pesante è che il suo peso va ad accumularsi con quello degli oggetti che si portano dietro. Ad esempio, nel caso in cui si decidesse di avere una piccozza, per essere preparati in caso di ghiaccio, si sta già parlando di mezzo chilo di roba in più che si carica sulle spalle. Aggiungiamo poi un pezzo di corda, una giacca pesante, dell’acqua in una borraccia termica, un cambio e altro materiale utile e la ricetta per uno zaino estremamente pesante è bella che pronta. Risparmiare peso sullo zaino è il primo passo per poter avere uno zaino da sci che sia facile da trasportare.

Lo zaino da sci deve essere comodo

Idealmente, lo zaino da scialpinismo perfetto è quello che non si sente addosso, che si dimentica di avere sulle spalle. Può sembrare una banalità, ma per un’esperienza a 360 gradi, la cosa migliore è trovare un modello che sia incredibilmente comodo, anche dopo diverse ore di attività. Si tratta già di uno sport faticoso, che richiede energie fisiche e mentali in grandi quantità. È sempre meglio potersi concentrare solamente sulla risalita alla vetta, piuttosto che dover “lottare” con la scomodità di uno zaino.

Lo zaino da scialpinismo deve essere funzionale

Che cosa vogliamo dire con questo? Che lo zaino da scialpinismo non deve essere uno zaino qualsiasi, ma deve essere dedicato allo sport. Questa tipologia di zaini prevede alcune caratteristiche che non si possono trovare in modelli più generici. Ad esempio, un aggancio per la piccozza, uno per i ramponi e una copertura impermeabile, sono praticamente d’obbligo, per poter avere una buona esperienza.

5 zaini da sci ideali

Ora che abbiamo visto le tre caratteristiche fondamentali, possiamo passare alla TOP 5 di questo tipo di zaino, focalizzandoci sulle caratteristiche particolari di ciascun modello. 

CAMP M2

Questo zaino è incredibilmente adatto anche alla disciplina dello sci alpinismo. Un comodo coprizaino integrato fa in modo che l’intera struttura possa resistere alla pioggia, in caso di maltempo. La qualità del materiale è veramente alta e anche dopo molti utilizzi tende a non presentare segni di “erosione”. Questa longevità è dovuta essenzialmente alla presenza di pezzi in nylon inseriti nei punti più “sensibili” dello zaino da sci, solitamente più sollecitati durante l’attività. Grazie a questo sistema a doppia imbottitura, l’intera struttura risulta molto più solida e consente un utilizzo prolungato nel tempo. Ideale quindi se si è alla ricerca di uno zaino da sci che sia leggero, versatile e che possa essere un buon compagno di avventure anche durante i viaggi più lunghi. Sono moltissimi i viaggiatori professionisti che hanno deciso di utilizare il CAMP M2 e non è un caso che questo modello sia sempre più in voga anche tra gli alpinisti esperti. 

Consigliatissimo, specialmente se è il primo zaino da sci che acquistate.

zaino da sci

 

Climbing Technology Firn

Questo zaino, disponibile in un sgargiante colore verde, è uno dei modelli migliori per quanto riguarda lo sci alpinismo. Incredibilmente leggero e versatile. Ha un porta piccozza ed è dotato di un sistema di fissaggio sci laterale e diagonale. Inoltre, presenta diverse tasche e aperture, in modo da facilitare il raggiungimento del contenuto dello zaino anche in caso di neve.

Insomma, come potete notare si tratta di un prodotto davvero di alta qualità, pensato e creato per gli alpinisti che richiedono il massimo dal proprio materiale. Sicuramente, il rapporto qualità prezzo lo rende appetibile anche agli occhi di chi prende in mano gli sci per la prima volta, ma si tratta di un modello ideale anche per gli sciatori più esperti.

zaino da sci

EVOC Paraschiena

Concludiamo questa top 3 con questo interessante modello. Si tratta di un modello “paraschiena”. Che cosa significa? Che il design e i materiali con cui è realizzato sono fatti appositamente per poter proteggere la schiena da eventuali urti e colpi di freddo. Si tratta di una caratteristica da non sottovalutare, in quanto il dorso è una delle parti del corpo più sensibili in questo sport. Grazie a questa membrana, sarà possibile effettuare delle gite anche della durata di diverse ore e tornare a casa senza dolori alla schiena o alla zona lombare. Per questa ragione, non abbiamo potuto non includerlo nella classifica.

zaino da sci

The North Face Borealis

Questo zaino offre un fantastico rapporto qualità prezzo, in quanto presenta delle caratteristiche avanzate, pur rimanendo in una fascia media. Lo zaino da sci presenta innumerevoli tasche di grandi dimensioni e facilmente accessibili anche durante la marcia su piste da fondo, in modo da raggiungere semplicemente qualsiasi oggetto di cui si ha bisogno.

La durevolezza di questo zaino è davvero interessante. Molti viaggiatori professionisti lo hanno testato su piste anche di un certo livello e si sono trovati molto bene. Una peculiarità, messa in risalto da molti, sta proprio nella resistenza dei materiali che compongono questo prodotto. Il nylon e il polyestere sono entrambi fondamentali per donare ad uno zaino da sci la resistenza agli urti e l’elasticità di cui ha bisogno. Si tratta, a nostro modo di vedere, di un ottimo lavoro da parte di The North Face e non possiamo fare altro che consigliare questo prodotto a tutti coloro che sono alla ricerca di un fedele compagno per le loro avventure invernali. Assolutamente da provare!

Arvano Backpack

Non si tratta proprio di uno zaino da sci convenzionale. Al contrario, questo modello nasce come zaino da trail running, ma grazie alle sue caratteristiche specifiche, si mostra davvero versatile anche per le attività sulla neve.

Un primo grandissimo vantaggio di questo prodotto sta nella presenza di una sacca idrica e di una tasca dedicata proprio a questo accessorio. Sì, perchè come avrete avuto l’occasione di leggere anche in altri articoli, a nostro modo di vedere è fondamentale disporre di uno zaino da sci in grado di supportare questa tipologia di sistema di idratazione. Come mai? Perchè in uno sport di endurance, quindi di resistenza, non c’è niente di meglio che poter bere senza doversi fermare e perdere inevitabilmente il ritmo di marcia. Per chi non pratica questo sport, potrà sembrare una cosa da poco, ma i più esperti possono garantire sull’importanza della sacca idrica. In questo caso, appunto, Arvano ne mette una in dotazione assieme allo zaino da sci, quindi si può andare sul sicuro.

Le tasche, poi, sono di dimensioni inferiori rispetto agli altri modelli presentati e se questo, da una parte, significa avere meno spazio a disposizione, dall’altra vuol dire che è uno zaino da sci perfetto per le escursioni più brevi. Sicuramente un prodotto interessante, che vi consigliamo di provare.

 

Articolo di Daniel Zanatta

 

SCARICA GRATIS IL NOSTRO PRIMO EBOOKhttps://www.zainoinviaggio.it/viaggia-quando-vuoi-guida/

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI ALLA NEWSLETTERhttps://www.zainoinviaggio.it/newsletter/

E di entrare a far parte del GRUPPO PRIVATO Zaino in Viaggio su Facebookhttps://www.facebook.com/groups/205018259979417/

Avatar for Redazione Zaino in Viaggio
Redazione Zaino in Viaggio

I viaggi sono la nostra più grande passione. Basta uno zaino, un biglietto aereo, una fotocamera e via, si parte.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.