Trenino Bernina: Tutto Quello che c’è da Sapere

Il Trenino Rosso del Bernina, conosciuto da molti viaggiatori professionisti anche con il nome di Bernina Express, non è un semplice treno. Tantissime persone che hanno potuto godere di un viaggio su questo particolare mezzo di trasporto, hanno descritto l’avventura come una vera e propria “esperienza”, che va ben oltre il semplice spostamento. Ma di cosa si tratta?

Dato che non tutti sono familiari con cosa sia il trenino Bernina, abbiamo deciso di scrivere questo articolo, nel quale vedremo nel dettaglio tutto ciò che c’è da sapere per organizzare un fantastico viaggio a bordo di questo treno particolare. Sperando che possa essere d’aiuto a molti di voi, vi auguriamo buona lettura!

Trenino Bernina
Che cos’è il trenino Bernina?

Il trenino Bernina, ufficialmente chiamato appunto Bernina Express, è un servizio offerto dalla ferrovia Retica che mette in collegamento Tirano, un paese della Valtellina, con St. Moriz, la famosa località nelle Alpi svizzere. Il percorso è lungo solamente 61 chilometri, ma i paesaggi che si possono ammirare fin dalla partenza lasciano davvero senza parole.

Come abbiamo visto, il trenino Bernina parte da Tirano, a soli 492 metri sopra il livello del mare. Da qui, la locomotiva procede su pendenze variabili, fino ad arrivare ai 2253 metri di quota, che indicano il noto passo Bernina, da cui il treno prende il nome. Di qui, poi, si inizia a scendere, fino a raggiungere i 1775 metri di altitudine di St. Moriz. La particolarità della tratta è data, senza ombra di dubbio, sia dal percorso, in quanto non è usuale che un treno si addentri in alta montagna, specialmente partendo da quote così basse, sia dallo scenario che si apre davanti agli occhi dei viaggiatori.

Uno sguardo al panorama

Il trenino Bernina non è famoso soltanto perchè collega St. Moriz, una delle località simbolo del lusso, con l’Italia. Ciò che rende davvero unico il viaggio a bordo del Bernina Express, infatti, sono i paesaggi che possono essere ammirati dal finestrino, durante tutta la durata del tragitto.

Si passa tra montagne, boschi, laghi, fino ad arrivare a vedere ghiacciai e cime innevate. Se di percorre la tratta d’inverno, il tutto risulta ancora più scenico, in quanto ci sarà un grazioso manto bianco a fare da cornice.

Proprio questa peculiarità, nel luglio del 2008, a permesso alla ferrovia di diventare Patrimonio Mondiale dell’Unesco, attirando l’attenzione di un pubblico ancora più grande. Oggi, il trenino Bernina è visto come il simbolo dell’unione tra arte e trasporto, e l’esperienza che regala ai suoi viaggiatori è apprezzata in tutta Europa.

Trenino Bernina
Treno regionale o panoramico? Quale scegliere?

Chi si affaccia per la prima volta all’esperienza del trenino Bernina, potrebbe rimanere sorpreso dal fatto che esistono due diverse tipologie di treno che percorrono la ferrovia Retica. Infatti, la tratta viene coperta sia da un treno regionale, sia da uno definito “panoramico”. È proprio quest’ultimo ad essere conosciuto anche come Bernina Express ed è la scelta principale di molti viaggiatori professionisti che vogliono godersi l’esperienza del viaggio, non solo arrivare a destinazione. La differenza principale tra i due treni Bernina sta sicuramente nelle finestre. Seppur in entrambi i casi, chiaramente, i finestrini non possano essere aperti per via delle rigide temperature, se si decide di optare per il treno panoramico, si potrà avere una visuale molto migliore, data dalla struttura a “cupola” delle vetrate.

Dopo aver ascoltato le opinioni di moltissimi turisti, possiamo dire che, a nostro modo di vedere, il Bernina Express rimane la soluzione migliore per chi vuole vivere appieno l’essenza di questa tratta ferroviaria. Contrariamente al treno regionale, per salire a bordo del trenino Bernina panoramico è essenziale riservare il proprio posto per tempo, in quanto è molto gettonato ed il numero di passeggeri è limitato.

Un percorso particolare tutto da scoprire

Il collegamento tra Tirano e St. Moriz avviene è disponibile ogni ora, in quanto sono numerosi i treni che si danno il cambio sul singolo binario della ferrovia. Il viaggio ha una durata di circa 135 minuti, se si decide di utilizzare un trenino Bernina panoramico. La lunghezza così insolita per un chilometraggio relativamente breve è dovuta all’ambiente alpino, che non consente una viabilità troppo facile e richiede un passo lento in diversi tratti del percorso. Questo dà ai viaggiatori l’opportunità di godere pienamente della natura circostante e di prendersi il proprio tempo per scegliere con calma se scendere ad una delle 21 fermate intermedie per visitare la zona circostante.

È importante ricordare che molte di queste sono solamente a “richiesta”, quindi è fondamentale sapere in anticipo se si desidera scendere o meno in una determinata località. Inoltre, ci teniamo a dirvi che il treno, normalmente, sosta solo per i pochi minuti necessari alla salita e alla discesa dei viaggiatori. Sarà quindi necessario aspettare il trenino Bernina successivo, nel caso in cui si volesse passare più tempo in una località.

Trenino Bernina

Quali posti visitare?

Dopo aver chiesto ad alcuni viaggiatori professionisti, siamo giunti alla conclusione che le fermate intermedie più belle sono cinque. Vi consigliamo, sicuramente, di fare una sosta a Brusio, un bellissimo borghetto di montagna con un’atmosfera davvero unica; proseguendo il tragitto, non può mancare una visita alla località Le Prese, vicinissima al lago Poschiavo; di qui, poi, si giunge in poco tempo all’Alp Grum, dal quale si potrà godere di una vista incantevole su ghiacciai e campi innevati; per la penultima tappa vi consigliamo Morteratsch, grazioso paese dal quale parte una passeggiata facile ed accessibile anche ai più piccoli, che porta fino al ghiacciaio Bernina; infine, concludere il viaggio con una visita a St Moriz è d’obbligo, specialmente sotto le festività natalizie.

Insomma, il Bernina Express è davvero una bellissima possibilità di esplorare alcune delle zone più sceniche che possano essere raggiunte tramite un treno. Come spesso accade per qualsiasi viaggio, la parte più importante ed emozionante non è l’arrivo, ma le emozioni che si provano durante il tragitto. Sicuramente il trenino Bernina è in grado di regalare bellissimi ricordi, sopratutto nel periodo invernale, dove i panorami sono ancora più magici.

Potete prenotare l’escursione sul Bernina Express su Musement

Articolo di Daniel Zanatta

SCARICA GRATIS IL NOSTRO PRIMO EBOOKhttps://www.zainoinviaggio.it/viaggia-quando-vuoi-guida/

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI ALLA NEWSLETTERhttps://www.zainoinviaggio.it/newsletter/

E di entrare a far parte del GRUPPO PRIVATO Zaino in Viaggio su Facebookhttps://www.facebook.com/groups/205018259979417/

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Contatti

Mail: info@zainoinviaggio.it

Scopri l’ebook gratuito… :)
ebook viaggio
Privacy Policy