Alla scoperta del Portogallo in auto

Ho una settimana a disposizione, che viaggio posso fare?“. Sono partita da questa splendida domanda, che genera sempre una grandissima emozione, e ho deciso di dedicarmi alla scoperta del Portogallo, terra affascinante e ricca di luoghi da scoprire. Con il poco tempo a disposizione, non era possibile pensare di visitare tutta la nazione, dunque ho deciso di concentrarmi su Porto e Lisbona, da cui spostarmi poi per dei tour in giornata. In uno dei prossimi viaggi, invece, visiterò le località balneari del Sud del paese.

Il Portogallo mi ha stregato letteralmente con la sua bellezza decadente e malinconica, con gli scorci sul mare, come quelli ammirabili da Praça do Comércio a Lisbona, ricostruita dopo il tremendo terremoto che nel 1755 rase al suolo gran parte della città.

Partire da Porto significa capire fin da subito di essere sul punto di visitare un paese unico nel suo genere, un posto che sembra uscito da una fiaba. Le case e le chiese tipiche di Porto sono rivestite da azulejos, così come l’imperdibile stazione di Sao Bento. Non perdetevi una crociera sul Rio Douro, una visita al quartiere della Ribeira (Patrimonio dell’Umanità), sempre affacciato sul fiume, con edifici decadenti e variopinti. Attraversando il fiume, anche a piedi sul ponte che lo attraversa, potrete visitare una delle tantissime cantine di Porto che si trovano dall’altra parte.

porto

Da Porto, potete visitare la valle del fiume Douro, il Douro Alto, dove potrete ammirare i paesini e le tantissime tenute dove degustare i vini prodotti.

Partendo da Porto, abbiamo visitato anche Aveiro, detta la Venezia del Portogallo a causa delle imbarcazioni, simili a delle gondole variopinte, che navigano lungo il suo fiume e la bellissima Coimbra. Coimbra non è solo la sede dell’università più antica del Portogallo, ma anche una città vitale ed autentica, la cui rara bellezza è apprezzabile con una passeggiata nel centro storico, arrivando fino alla parte più alta, da cui ammirare una vista spettacolare.

Arrivando a Lisbona, abbiamo cambiato decisamente scenario. Lisbona, infatti, è una vera e propria città, energica e caotica, tutta da scoprire, a partire da Praça do Comércio, con la sua statua equestre di re José I, affacciata sul fiume Tago. Dall’altra parte del fiume, potrete scorgere Cristo Rei, ispirato dal Cristo Redentore di Rio de Janeiro. Qui si trova un santuario, ed è inoltre il punto da cui si gode una delle migliori viste di Lisbona.

lisbona

Sul fiume, si trova un ponte costruito ispirandosi al Golden Gate Bridge di San Francisco, inizialmente chiamato Salazar Bridge, (dal dittatore portoghese che ne aveva ordinato la costruzione). Ad oggi, ha il nome di Ponte 25 aprile, che gli venne attribuito in onore alla “rivoluzione dei garofani”, quella che mise fine alla dittatura di Salazar.

Lisbona è tutta da girare, a piedi o con i caratteristici tram che si inerpicano nella sua parte vecchia. Non perdetevi la zona di Santa Cataria, costellata da ristorantini e murales, Alfama, la zona più antica, e Chiado, uno dei quartieri simbolo della città. Potete perdervi anche nelle vie dello shopping che partono da Praca do Comercio, fino ad arrivare all’Elevador de Santa Justa, realizzata da uno degli allievi di Gustave Eiffel, Raoul Mesnier du Ponsard. Si tratta di un ascensore da cui godere di una vista a 360° su tutta Lisbona. Sempre nel centro, godetevi la vita notturna di Lisbona cominciando con una cena alla Cerveijaria Ramiro, per il migliore pesce fresco a prezzi abbordabilissimi, e proseguendo la serata a Palazzo Chiado, ex palazzo nobiliare con diversi ristoranti all’interno, oppure a Pensao Amor, un locale decadente e in stile barocco, ricavato in un ex bordello.

Allontanandovi un po’ dal centro di Lisbona, arriverete al Mosteiro dos Jerónimos, costruito da re Manuel I nel 1501 come proprio pantheon, una costruzione maestosa ed abitata dai monaci dell’Ordine di San Jerónimo. Poco lontano, non perdetevi una visita a Pasteis de Belém, dove si possono gustare i tipici pasticcini, realizzati qui con una ricetta segretissima, e nettamente superiori a quelli che si possono acquistare in qualsiasi altra pasticceria del Portogallo. La ricetta è preservata addirittura da un patto di riservatezza, ed i budini vengono serviti caldi, con la parte superiore perfettamente croccante, e guarniti da cannella e zucchero a velo. Da qui, potrete anche raggiungere la Torre di Belém, a cui si accede con una passerella sul mare.

lisbona

Lisbona non solo è una città bellissima, ma vi permetterà anche di visitare molti angoli meravigliosi del Portogallo, raggiungibili in poche ore di auto. Tra questi, vale assolutamente una visita Sintra, dove potrete ammirare il Il Palacio Nacional da Pena, non a caso spesso incluso tra i castelli più belli e suggestivi d’Europa.

Il palazzo vi colpirà innanzitutto per i suoi colori sgargianti, dovuti al fatto che dovesse rappresentare un’opera lirica. Poco lontano, si trova anche il Castelo dos Mouros, una struttura in rovina immerso nella Serra di Sintra, ed in cui probabilmente non vi sorprendereste di veder apparire un drago, ed un altro luogo che non dovreste assolutamente perdervi a Sintra: la Quinta da Regaleira, patrimonio UNESCO dell’Umanità. Si tratta di un palazzo maestoso, circondato da laghi, giardini ed edifici misteriosi in cui si respira l’atmosfera degli antichi alchimisti, dei templari e della massoneria, ed in cui si mescolano gli stili più disparati.

 

Articolo di Margherita Scaglione

 

SCARICA GRATIS IL NOSTRO PRIMO EBOOKhttps://www.zainoinviaggio.it/viaggia-quando-vuoi-guida/

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI ALLA NEWSLETTERhttps://www.zainoinviaggio.it/newsletter/

E di entrare a far parte del GRUPPO PRIVATO Zaino in Viaggio su Facebookhttps://www.facebook.com/groups/205018259979417/


Booking.com

Avatar for Redazione Zaino in Viaggio
Redazione Zaino in Viaggio

I viaggi sono la nostra più grande passione. Basta uno zaino, un biglietto aereo, una fotocamera e via, si parte.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Click here to subscribe