Matera: Dormire In Una Camera Ricavata In Una Grotta

Dormire in una camera ricavata all’interno di una grotta e svegliarsi immersi nella bellezza dei Sassi di Matera: a fine giugno abbiamo vissuto un’esperienza incredibile, ospitati dal Sant’Angelo Luxury Resort di Matera, e abbiamo avuto l’opportunità di vivere da vicino questa città, che rappresenta una vera e propria perla della nostra penisola. Per noi era la prima volta ed è stata una splendida scoperta.

Atterrati all’aeroporto di Bari (con partenza da Milano Malpensa), abbiamo preso un taxi che ci ha portato a destinazione. Quando arrivi tra i Sassi ti sembra di essere catapultato, ma con leggerezza, in uno scenario completamente nuovo, particolare e incredibilmente emozionante. Ti ritrovi in pochi minuti tra il bianco, la tranquillità, la natura, le abitazioni e i piccoli vicoli dove perdersi. Ad ogni angolo c’è un pezzo di storia e di cultura.

Siamo stati accolti subito da Biagio, il responsabile marketing del Sant’Angelo, che ci ha parlato della storia di questa struttura, della filosofia che portano avanti e dei progetti futuri e che ci ha invitato a provare per cena il ristorante Regia Corte, con una vista molto suggestiva.* Guardare la notte avvolgere i Sassi è un momento magico, un vero e proprio spettacolo di luci, sfumature e silenzio.

 

(impostate l’HD per vedere il video)

Matera è il comune più grande della Basilicata e si colloca al diciannovesimo posto, per quanto riguarda la classifica italiana dei comuni più popolati. Si tratta di una città che definire bella è riduttivo, sia dal punto di vista culturale, sia da quello architettonico, che mescola le nuove costruzioni moderne, con edifici antichi, i quali donano un tocco di storicità al paese, che non può che colpire l’occhio e il cuore del visitatore. Il fascino di Matera ha lasciato senza parole Carlo Levi e Giovanni Pascoli, due dei simboli della cultura italiana. Ma quali sono le cose che si devono assolutamente fare e vedere, nel caso si capiti in questa fantastica cittadina della Basilicata? In questo articolo cercheremo di rispondere proprio a questa domanda. Buona lettura!

matera

  1. Visitare i Sassi di Matera

I Sassi di Matera sono, probabilmente, la caratteristica che ha reso nota la città, non solo in Italia, ma anche in Europa ed oltre. Simbolo del paese, questo antichissimo insediamento abitativo è stato, per diversi anni, considerato in modo negativo. Non era stato capito il valore culturale e sociale, che questo insieme di cunicoli, case costruite sfruttando delle grotte naturali e chiese edificate in maniere “fantasiose” porta con sé. Una volta che ciò è stato compreso e che si è deciso di investire sulla rivisitazione e il mantenimento di questo insediamento, il turismo ha visto una fioritura interessante e, ancora oggi, molte persone fanno tappa a Matera per poter godere di questa vista.

  1. Visitare la cattedrale di Matera

Come accadeva molto spesso per le regioni del sud Italia, ogni città aveva una propria chiesa principale, solitamente collocata nel punto più alto, dove poteva essere ammirata da tutti coloro che passavano. Matera non fa eccezione e se passate da quelle parti, una visita a questa antichissima cattedrale, edificata nel tredicesimo secolo, non può che rientrare nel vostro programma di viaggio. Al suo interno è possibile perdersi nelle decine e decine di quadri, chiaramente a sfondo religioso, che adornano la struttura e che raccontano una storia di dedizione e ricchezza culturale.

  1. Passeggiare e visitare le chiese rupestri di Matera

Non solo la cattedrale si impone sulla città dall’alto. Infatti, vi ricordate dei Sassi di cui abbiamo parlato poco fa? Ecco, non ospitano solo abitazioni e vicoli stretti, ma anche diverse chiese rupestri, costruite ed edificate in luoghi e situazioni tutt’altro che favorevoli. Rimarrete molto colpiti dalla capacità che hanno avuto i costruttori dell’epoca, per realizzare edifici così complessi e, al tempo stesso, in condizioni così complicate. L’idea che accomuna tutte queste chiese è che non sono degli edifici veri e propri. Di fatto, tutto ciò che si può ammirare tra i Sassi, è stato scavato all’interno della roccia. I motivi di questa decisione sono ancora messi in discussione, ma si pensa che, inizialmente, il terreno edificabile non era molto e che, di conseguenza, fu necessario adottare questa soluzione. Cripte, santuari, piccole chiese e cenobi sono mescolati alla perfezione con il tessuto urbanistico che caratterizza l’intera città. Sul territorio materano, si possono contare circa 150 di queste chiese rupestri: un numero molto alto, che indica una grande propensione religiosa, almeno in passato, della città. Luoghi che meritano davvero di essere visti.

matera

  1. Visitare la Casa-Grotta

Come abbiamo già detto, i Sassi offrono molte strutture scavate nella roccia. Una particolare, però, è senza ombra di dubbio la Casa Grotta. Questa casa fu abitata fino al 1957, quindi non è stata abbandonata da così tanto tempo. Una volta che la visiterete, vi accorgerete delle dimensioni ridotte dell’abitazione, soprattutto se si pensa che vivevano ben 11 persone, più gli animali, all’interno di quella grotta. La casa non è stata modificata e porta ancora i segni caratteristici dell’epoca. Un focolare acceso ogni tanto ed un materasso riempito di foglie di grano turco, fa tornare indietro nel passato, a quando le comodità moderne erano ben lontane dalla vita quotidiana. Il bagno è costituito da un semplice vaso da notte e sul tavolo si può notare un unico grande piatto, dal quale tutti mangiavano. Si tratta, sicuramente, di una vista molto peculiare e suggestiva. 

  1. Vedere il Palombaro lungo

Che cos’è il Palombaro? Si tratta della grande cisterna che è stata utilizzata per diversi decenni nel secolo precedente, per raccogliere l’acqua piovana, che veniva poi utilizzata per la città. Quello che può essere considerato un vero e proprio serbatoio, è profondo ben 15 metri e può contenere fino a 5000 metri cubi di acqua. Quello che molti non sanno è che il Palombaro lungo faceva parte di un sistema di distribuzione di risorse idriche che andava ben oltre la cisterna stessa. L’idea era quella di costruire una rete di canali, che permettesse a tutti di usufruire di questo bene. Chiaramente, il Palombaro lungo è il segno più evidente di questo progetto ed essendo molto vicino a Piazza Vittorio, la piazza principale, è una delle attrazioni più interessanti da vedere.

  1. Passeggiare per i parchi di Matera

Matera, così come tutta la Basilicata, è un grande esempio di connubio tra natura e cultura. Non mancano spazi verdi, dedicati alle passeggiate e al divertimento di adulti e bambini. Sempre passeggiando tra le zone verdi del materano, come il Parco della Murgia Materana, si possono notare antichi insediamenti neolitici, segno che la storia è ancora molto viva in questo territorio. Se rimanete in città per più di qualche giorno, vi consigliamo di non rinunciare a questa bella esperienza.

 

Questi sono solo alcuni dei tanti punti di interesse offerti da Matera. Siamo molto curiosi di sapere se ci siete stati e, in caso, quali siano stati i luoghi che più vi hanno colpito di questa città così particolare. Per quanto vi siete fermati? Avete qualche idea carina su dove pernottare? Insomma, fateci sapere come è stata la vostra esperienza in quello che è uno dei territori più suggestivi della penisola.

 

*Per completa trasparenza nei confronti di voi lettori: il Sant’Angelo Luxury Resort ci ha ospitato per una notte in una delle loro camere ricavate all’interno di una grotta, ma non c’è stato alcun compenso o retribuzione per scrivere questo articolo. Inoltre, la cena al ristorante Regia Corte non è stata “regalata”, ma è stata una nostra scelta recarci in questo ristorante (su suggerimento della struttura). Abbiamo scelto di scrivere questo pezzo e parlare in modo positivo di quello che abbiamo vissuto proprio perché è stata una bellissima esperienza 🙂

 

SCARICA GRATIS IL NOSTRO PRIMO EBOOKhttps://www.zainoinviaggio.it/viaggia-quando-vuoi-guida/

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI ALLA NEWSLETTERhttps://www.zainoinviaggio.it/newsletter/

E di entrare a far parte del GRUPPO PRIVATO Zaino in Viaggio su Facebookhttps://www.facebook.com/groups/205018259979417/

Avatar for Redazione Zaino in Viaggio
Redazione Zaino in Viaggio

I viaggi sono la nostra più grande passione. Basta uno zaino, un biglietto aereo, una fotocamera e via, si parte.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Click here to subscribe