Freddo Estremo: Viaggio In 5 Luoghi Tra I Più Freddi del Pianeta

Come abbiamo già visto in altri articoli, sono diversi i viaggiatori professionisti che decidono di andare alla ricerca del freddo estremo. Si tratta di viaggi magici, in cui ci si immerge in atmosfere spettacolari e uniche e in cui si attraversano scenari da lasciare senza fiato. Qualcuno potrebbe considerarli dei pazzi ma la realtà è che il loro viaggio è meticolosamente preparato, per fare in modo che tutto proceda per il meglio e l’esplorazione vada in porto senza troppi problemi. Non c’è nulla di peggio, infatti, che trovarsi in balia degli eventi quando fuori il termometro segna i meno trenta. 😉 Ma vediamo insieme quali sono i posti nei quali è possibile incontrare queste temperature così basse. Ecco dunque di cosa ci occuperemo in questo articolo: fare una sorta di “viaggio itinerante” e descrivere i luoghi preferiti dai viaggiatori professionisti che non temono il freddo, ma che si spingono addirittura a cercarlo. Buona lettura!

freddo estremo

#1 Nord della Norvegia

La Norvegia è uno di quegli stati che viene immediatamente associato alle basse temperature, specialmente da noi Europei del “Sud”. Già guardando le cartine geografiche, si può notare come gran parte di questo Paese sia dipinto dei classici colori artici: blu, bianco e azzurro. Insomma, tutto indica che si possano trovare delle temperature davvero severe e, in effetti, le cose stanno proprio in questo modo, anche se con qualche particolarità. Ovviamente, essendo un paese nordico, il freddo si fa sentire e anche parecchio, ma grazie alle correnti il termometro non indica quasi mai numeri estremi. In altre parole, si tratta di uno stato “polare”, ma con qualche comfort in più e lo consigliamo vivamente a chi desidera cimentarsi per la prima volta in un viaggio di questo genere.

#2 Oymyakon, Russia

Dopo aver fatto il riscaldamento in Norvegia, ci spostiamo in Russia, più precisamente ad Oymyakon. Si tratta di uno dei posti più freddi sul pianeta che siano ancora abitati in maniera costante, durante tutto l’arco dell’anno. Quanto freddo fa? Parecchio, specialmente se si considera il record del 1926, nel quale il termometro ha registrato una temperatura di -71 gradi centigradi. Normalmente, però, il clima è un po’ più clemente, se così si può dire. Il mese più freddo, nel caso in cui foste interessati a questa meta, è febbraio, dove ci si assesta in maniera costante sui meno cinquanta gradi. Insomma, si tratta di un luogo che mette davvero a dura prova le capacità dei viaggiatori e le conoscenze che essi hanno su come sopravvivere al freddo. Non consigliamo questa meta, a meno che non siate veramente esperti e abbiate già vissuto esperienze di questo genere in passato. In ogni caso, informarsi molto bene prima di partire rimane sempre un “must”, per non trovare brutte sorprese una volta arrivati.

freddo estremo
Photo by Alexander Tomsky on Visual Hunt / CC BY-NC-SA
#3 Snag, Canada

Dopo esservi rinfrescati in Russia, perchè non prendere un volo che vi porti direttamente in Canada? 😉 Anche in questo stato si possono trovare dei luoghi in cui regna il freddo estremo. Uno di questi è, senza ombra di dubbio, Snag. Questo piccolo paese, se così si può chiamare, è situato a soli 30 km dall’Alaska e presenta temperature veramente basse. La minima registrata in questo luogo è stata di -65 gradi centigradi: un numero che fa rabbrividire solo alla lettura. Uno dei vantaggi di questo luogo, però, sta nel fatto che gli inverni, per quanto lunghi siano, sono solitamente caratterizzati da cieli limpidi e una quasi totale assenza di vento. Una piccola consolazione per tutti i temerari che ogni anno sfidano questo luogo, cercando di provare la loro resilienza e resistenza a condizioni veramente estreme.

#4 Prospect Creek, Alaska

Dato che siete arrivati a 30 km dall’Alaska, tanto vale raggiungerla, no? Prospect Creek è un luogo unico nel suo genere. Come mai? Perchè qua, praticamente, non esiste altra stagione al di fuori dell’inverno. Tutto l’anno, per 365 giorni, si trova il classico clima invernale che tutti associano ad un ambiente severo come quello dell’Alaska. Pur spostandosi più a Nord, i numeri sul termometro salgono un po’. La temperatura minima registrata in questo luogo è di -62 gradi, ben tre in più rispetto alla nostra meta canadese. Tuttavia, l’aria che si respira, almeno da come si può capire da chi racconta la sua esperienza in queste terre, è molto più “crispy” (frizzante) e si ha la sensazione che il freddo abbia quasi raggiunto il limite massimo che la mente umana possa concepire.

#5 Fort Selkirk, Canada

Ora che avete provato cosa significa davvero fare un’esperienza in Alaska, è il momento di fare rientro verso il camino di casa. Tuttavia, già che ci siete, perchè non scendere verso sud di qualche chilometro e tornare in Canada? Dopotutto, ci sono un sacco di posti freddi che non avete ancora visitato e che non potete farvi mancare, se siete dei viaggiatori professionisti amanti del ghiacchio. Uno su tutti? Fort Selkirk è sicuramente una di quelle località che mettono in dubbio la sanità mentale della razza umana. Cosa può spingere un gruppo di persone a vivere a temperature così basse come -65 gradi? Stiamo parlando di numeri che per noi non sono neanche concepibili e che richiedono tutta la nostra capacità immaginativa per farci un’idea di cosa significhi realmente convivere in questo ambiente nel quotidiano. In particolare, la produzione e conservazione del cibo è un grande problema: la dieta degli abitanti di questi luoghi è principalmente a base di carne, che viene venduta all’aperto, in quanto è praticamente impossibile che vada a male. Per i viaggiatori professionisti vegetariani, il freddo estremo rappresenta una sfida ancora più grande.

freddo estremo
Photo by nordicshutter on VisualHunt / CC BY-NC-N

 

Questi sono, dunque, alcuni tra i posti in cui si può trovare il freddo estremo, quello vero. Si tratta di luoghi nei quali è bene avventurarsi solamente se si è coscienti dei rischi che si possono correre e si hanno le capacità tecniche e fisiche per affrontare tali temperature. A voi attirano mete così particolari? 🙂

 

Articolo di Daniel Zanatta 

 

SCARICA GRATIS IL NOSTRO PRIMO EBOOKhttps://www.zainoinviaggio.it/viaggia-quando-vuoi-guida/

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI ALLA NEWSLETTERhttps://www.zainoinviaggio.it/newsletter/

E di entrare a far parte del GRUPPO PRIVATO Zaino in Viaggio su Facebookhttps://www.facebook.com/groups/205018259979417/

Avatar for Redazione Zaino in Viaggio
Redazione Zaino in Viaggio

I viaggi sono la nostra più grande passione. Basta uno zaino, un biglietto aereo, una fotocamera e via, si parte.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Click here to subscribe