Coprizaino: Caratteristiche Del Modello Ideale

Se siete dei viaggiatori esperti, o anche solo se avete un po’ di buon senso, sapete perfettamente l’importanza di avere il materiale in ottime condizioni, anche quando il tempo non è dalla vostra parte. Ci sono accessori più delicati e meno delicati, ma una cosa è certa: se piove, nevica o tira un forte vento, è indispensabile far sì che il contenuto dello zaino sia al sicuro. Come? Con un coprizaino.

In questo articolo vedremo quali sono le peculiarità di un coprizaino e come approcciarsi alla sua scelta.coprizaino

  1. Impermeabile

Per rendere impermeabile quello che protegge, il coprizaino deve essere a sua volta resistente all’acqua. Fate molta attenzione all’etichetta, perché ci sono diversi tipologie di anti-water system. Innanzitutto, c’è la classica impermeabilità. Solitamente accompagnata da un valore espresso in millimetri, che indica quanta acqua il tessuto può sopportare, prima di cedere, si tratta della soluzione migliore per chi programma di viaggiare in luoghi umidi. La tecnologia splash-proof, invece, adottata ultimamente anche da smartphone di ultima generazione, consente una resistenza medio bassa alle precipitazioni. Questo significa che lo zaino sarà protetto in caso di una lieve pioggia, ma il coprizaino non potrà resistere alla forza di un temporale. Infine, la scritta water-resistant indica una buona avversità del tessuto all’acqua e va bene per la maggior parte delle escursioni. Il consiglio è quello di documentarvi prima della partenza e di scegliere questo utile strumento in base all’umidità e alle condizioni atmosferiche che troverete.

  1. Resistente

Non solo la pioggia minaccia il vostro zaino. Terreni tecnici, ambienti ostili, caldo desertico ed altri fattori possono intervenire ed andare a compromettere la funzionalità dei vostri oggetti. Come si reagisce a ciò? Scegliendo un coprizaino resistente. Per capire se si tratta di un buon modello o se vi abbandonerà alla prima difficoltà, guardate la composizione dei materiali sull’etichetta. Generalmente, il tessuto usato in quantità maggiore sono il nylon e le fibre che si possono ottenere da esso. La sua resistenza alla compressione e alla trazione, fanno del nylon un ottimo materiale per prodotti tecnici. In alternativa, il poliestere anche ha un suo perché; cercate di stare lontani da coprizaini che hanno un’alta percentuale di elastan, perchè sono meno rigidi e tendono a perdere la forma.

  1. Adattabile

Il coprizaino deve adattarsi perfettamente alle dimensioni del vostro zaino. Per realizzare ciò, l’industria ha sviluppato diversi sistemi. Innanzitutto c’è il classico tiraggio con agganci, molto simile a quello utilizzato dalle tende canadesi più rudimentali. Il coprizaino viene adagiato sopra lo zaino e poi fissato con degli appositi ganci, assicurandosi che sia in tensione e che non ci siano spazi liberi. Un altro metodo è quello di utilizzare delle fasce in velcro. Questo sistema è meno efficace, ma più economico e può rappresentare un buon compromesso per i meno esperti.

  1. Ultime considerazioni

Il coprizaino è, senza ombra di dubbio, uno strumento utile. Il consiglio finale è, tuttavia, di chiedersi effettivamente il perché lo si necessita: si è in viaggio verso mete note per le loro piogge? Si sta per affrontare una spedizione nel deserto? O si sta semplicemente facendo una gita fuori porta? Come vuole il detto, ad ognuno il suo. Alcuni zaini offrono anche il coprizaino integrato e possono essere una valida scelta per chi è alle prime armi.

Ecco alcuni modelli che abbiamo selezionato:

salewa

Salewa Coprizaino anti-pioggia

vaude

Vaude, Protezione pioggia per Zaini

outad

OUTAD Coprizaino Impermeabile in 300D

Come sempre, siamo curiosi di sapere delle vostre esperienze con questo strumento. Vi piace? Lo usate?

Articolo di Daniel Zanatta

Avatar for Redazione Zaino in Viaggio
Redazione Zaino in Viaggio

I viaggi sono la nostra più grande passione. Basta uno zaino, un biglietto aereo, una fotocamera e via, si parte.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Click here to subscribe