Cavalletti Da Viaggio: Quale Scegliere?

I viaggiatori professionisti amanti della fotografia non rinuncerebbero mai e poi mai a dedicarsi alla loro passione anche in viaggio. I più appassionati intraprendono anche dei veri e propri viaggi fotografici, interamente incentrati sul visitare luoghi e panorami degni di essere raccolti in una fotografia. Talvolta, però, può non essere facile portare con sé tutto il set fotografico completo, che si usa in gite di pochi giorni, perchè lo spazio da poter dedicare alla fotocamera porta già via una porzione consistente dello spazio totale a disposizione in valigia. Tuttavia, i più appassionati cercano di non rinunciare a nulla e di adottare soluzioni alternative, che possano andare bene anche in assenza di molto spazio. In particolare, si sceglie di portare con sé solamente gli accessori più utili, quelli che vengono usati nella maggior parte delle occasioni, lasciando invece a casa tutti quelli che di cui si usufruisce molto raramente. La lista dei “must have”, per quanto riguarda la fotografia, può essere molto lunga, ma un oggetto che assolutamente non può mancare è il cavalletto. Questo strumento è particolarmente utile, perchè permette di effettuare scatti anche in condizioni un po’ “più tecniche”, quando è fondamentale mantenere una certa stabilità e, sopratutto, può essere utilizzato in un gran numero di situazioni. L’articolo di oggi sarà, dunque, interamente dedicato ai cavalletti da viaggio e a quali sono i più comodi che si possono portare con sé durante un viaggio. Prima di affrontare i modelli migliori, però, cercheremo di capire come mai il cavalletto è uno strumento così utile da avere con sé e perchè non può assolutamente mancare nella vostra valigia, se siete un viaggiatore professionista che ama la fotografia.

cavalletti da viaggio

L’utilità del cavalletto

Il cavalletto è uno strumento polifunzionale, che può essere utilizzato in un gran numero di circostanze differenti. Per esempio, nel caso in cui si volesse realizzare un time lapse con la propria fotocamera e, di conseguenza, si necessitasse di un sostegno rigido, che stia fermo per un lungo periodo di tempo, il cavalletto sarebbe, senza ombra di dubbio, la scelta migliore a disposizione. Ciò è particolarmente vero, nel caso in cui si stia lavorando con terreni in condizioni poco ottimali, con rocce e con sassi, che non permettono di posizionare la macchina fotografica al suolo in maniera stabile e sicura. Un altro utilizzo del cavalletto, che in vacanza può tornare molto utile, consiste nella sua capacità di realizzare fotografie di coppia, senza dover ricorrere all’aiuto di terzi. Certamente i selfie vanno bene, ma gli amanti della fotografia tendono ad avere standard un po’ più elevati ed un buon autoscatto, unito ad un cavalletto performante, possono davvero produrre scatti di qualità, altrimenti non perfettamente eseguibili. Inoltre, il cavalletto permette di non dover chiedere aiuto a passanti ed altri turisti, che, molto probabilmente, non sono sufficientemente competenti per soddisfare le esigenze dei fotografi viaggiatori professionisti. Questi sono dunque gli usi più frequenti ed utili per un cavalletto, di seguito vediamo alcune caratteristiche e poi i modelli che possiamo consigliarvi per i vostri viaggi.

Le qualità di un buon cavalletto da viaggio

Ci sono diversi aspetti che un buon cavalletto da viaggio deve soddisfare, per poter essere considerato tale. La prima qualità essenziale è la leggerezza. Infatti, un accessorio troppo pesante non è facile da portare con sé e non permette di essere inserito facilmente all’interno alle migliaia di altri oggetti che una vacanza richiede. Specialmente se si sta per affrontare un viaggio a piedi, uno zaino molto pesante è l’ultimo compagno di avventure che volete avere con voi. Un cavalletto leggero, invece, può essere molto utile e comodo. La seconda qualità fondamentale sta nelle dimensioni. Si sa, esse sono importanti dopo tutto e un cavalletto che sia compatto e che occupi poco spazio rappresenta, senza ombra di dubbio, un vantaggio, rispetto ad uno strumento che non è facilmente “richiudibile”.

I modelli che vi consigliamo

Ora che abbiamo visto a cosa può servire un cavalletto da viaggio e quali sono le qualità che è bene abbia, passiamo alla rassegna dei modelli che ci sono piaciuti di più.

K&F Concept Treppiede 

k&F Concept

46cm di altezza (arriva fino a 162cm di altezza massima) e una capacità di carico pari a 12kg. Questo prodotto, in alluminio, è molto stabile e ha la testa a 360 gradi. Il costo non è esagerato (online lo si trova a partire dai 90€ in su) e la qualità è davvero ottima.

Neewer 

cavalletti da viaggio

Una delle tre gambe di questo cavalletto (in fibra di carbonio) può essere rimossa in modo da usare lo strumento come un monopiede. L’altezza massima è di 170cm, mentre chiuso arriva a 45cm. Il costo è nella media (online lo si può trovare a 99€).

Manfrotto Befree

manfrotto

Come ogni prodotto Manfrotto, la qualità è eccezionale (e anche il costo si fa sentire…). Stabile, equilibrato, resistente. Il peso è pari a 1kg (può essere quindi trasportato facilmente) e la lunghezza (da chiuso) è 40cm, mentre l’altezza massima arriva a 140cm.

Amazon Basics

amazon basics

Qui ci troviamo di fronte a un modello estremamente leggero, essendo fatto completamente di alluminio, che permette una buona trasportabilità. La capacità di essere molto allungabile e di raggiungere facilmente i 161,3 centimetri, gli consente di essere perfetto per tutti i fotografi più esigenti, che anche in vacanza non vogliono rinunciare ad uno strumento professionale. 

Portatile 102cm per reflex

cavalletto portatile

Questo cavalletto, leggermente meno performante rispetto al precedente, ma comunque molto più economico, permette di trovare una soluzione al problema della trasportabilità e delle dimensioni. Si tratta, infatti, di un accessorio che si estende per massimo 102 centimetri, offrendo un buon compromesso tra prestazioni ed esigenze di spazio. Per soli 20 euro, abbiamo pensato che questo accessorio non può mancare negli zaini dei viaggiatori professionisti, amanti della fotografia, ma che non necessitano di avere con sé il top di gamma.

K&F Concept

k&f

Questo treppiede è disegnato appositamente per il viaggio. Come mai? Innanzitutto per la leggerezza: solamente 0,6 chili per quello di dimensioni più piccole. Esistono più modelli, che variano per la lunghezza massima e per il peso. Chiaramente, in base alla propria esigenza si può optare per una variante piuttosto che per un’altra. Una buona caratteristica di questo modello è che è in grado di sostenere fino a 3 chili di pressione, quindi si comporta molto bene anche con le macchine fotografiche più performanti e più pesanti.

 

Queste sono dunque le nostre considerazioni sui cavalletti portatili e su quali siano i migliori che il mercato ha da offrire. Siamo, come sempre, molto curiosi di sentire le vostre opinioni a riguardo, quindi non esitate a contattarci con i vostri suggerimenti ed esperienze personali.

 

Articolo di Daniel Zanatta

SCARICA GRATIS IL NOSTRO PRIMO EBOOKhttps://www.zainoinviaggio.it/viaggia-quando-vuoi-guida/

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI ALLA NEWSLETTERhttps://www.zainoinviaggio.it/newsletter/

E di entrare a far parte del GRUPPO PRIVATO Zaino in Viaggio su Facebookhttps://www.facebook.com/groups/205018259979417/

Avatar for Redazione Zaino in Viaggio
Redazione Zaino in Viaggio

I viaggi sono la nostra più grande passione. Basta uno zaino, un biglietto aereo, una fotocamera e via, si parte.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Click here to subscribe