Aurora Boreale: Come Programmare Un Viaggio Per Vederla

Qualche giorno fa, nel gruppo Facebook dedicato a tutti i viaggiatori professionisti, un ragazzo ha postato la sua intenzione di voler organizzare un viaggio alla ricerca dell’aurora boreale, chiedendo informazioni su cosa sia importante tenere a mente in un viaggio del genere e sulla possibilità di trovare dei compagni per questa avventura. Questo ci ha dato lo spunto per scrivere un pezzo legato a questo splendido fenomeno. Il clima freddo del Nord, casa per eccellenza dell’aurora boreale, non lascia spazio ad improvvisazione: si deve conoscere bene come muoversi, cosa avere con sé e come procedere. Per questa ragione, abbiamo deciso di scrivere un articolo e probabilmente ne arriverà presto anche un altro, interamente dedicato all’attrezzatura necessaria, a riguardo, cercando di raccogliere tutte le informazioni del caso, dandovi così qualche suggerimento su come programmare il viaggio.

Inoltre, a dicembre andremo in Lapponia e vi terremo aggiornati (qui) passo dopo passo su tutta l’organizzazione del viaggio 🙂

autora boreale

Che cos’è l’aurora boreale?

Molti avventurieri desiderano andare a vederla, pur non sapendo esattamente in che cosa consiste questo fenomeno. Proprio per darvi una panoramica il più ampia possibile, ci sembra interessante spendere qualche parola a riguardo, per capire meglio di che cosa si tratta. L’aurora è un fenomeno ottico, che è presente in maniera costante durante tutto l’arco dell’anno, ma che può essere osservato solamente di notte, al buio, con un inquinamento luminoso totalmente assente. Ciò che si vede sono delle ampie fasce di luce, di colore tendente al verde e al turchese.

Come mai si manifesta?

Senza scendere troppo nel dettaglio dal punto di vista scientifico, l’aurora polare, o boreale, come è conosciuta più diffusamente, avviene per via di un’interazione tra particelle di origine solare, in particolare protoni ed elettroni, con la ionosfera terrestre. Per via della struttura geometrica del nostro pianeta, l’aurora è visibile solamente in due punti molto ristretti e piccoli intorno ai poli magnetici. Nonostante questo, in alcuni casi è possibile ammirare questo fenomeno anche in altre parti, comunque situate vicino ai poli, come in Scozia, ad esempio. Quello che a noi sembra un fenomeno estremamente vicino, al pari delle nuvole, in realtà si trova a circa 100 chilometri sopra la superficie terrestre. Normalmente, il fenomeno si estende per una superficie di oltre 3000 chilometri, nei periodi di quiete, mente si espande anche di molto, nel caso di tempeste solari di dimensioni importanti.

L’aurora si vede e… si sente

Se siete particolarmente fortunati, siete in grado di non solo vedere questo meraviglioso fenomeno, ma anche di sentirlo. Può capitare, infatti, che l’aurora boreale produca dei leggeri cambiamenti acustici, sotto forma di sibili. L’origine di questi suoni non è stata identificata con precisione, ma si pensa che si trovi in cambiamenti e alterazioni del campo magnetico terrestre.

Quando fu avvistato per la prima volta il fenomeno?

In realtà, la documentazione più recente del primo avvistamento dell’aurora boreale non è molto distante nel tempo. Difatti, solamente nel 1859 ci sono state le prime tracce di questo fenomeno. I centri scientifici subirono delle forti variazioni totalmente inspiegabili. Questo ha dato il via allo studio del fenomeno, con tutte le scoperte che poi ha comportato.

Quando vedere l’aurora boreale?

Il periodo migliore per vedere l’aurora boreale è tra fine novembre e fine marzo. Altri periodi hanno meno possibilità di successo, in quanto il fenomeno è molto più lieve o assente.

Dove andare per vedere l’aurora boreale?

Come abbiamo detto, ci sono solamente pochi posti in cui è possibile vedere l’aurora boreale. Tuttavia, la fortuna è che non sono poi così lontani da noi. La location in assoluto più vicina nella quale potrete ammirarla è la Scozia. Tuttavia, è bene tenere a mente che, mentre in altre parti del mondo, come in Islanda, è estremamente facile trovarla, nel caso dello stato britannico ci vorrà anche una discreta dose di fortuna, in quanto la Scozia si trova leggermente al di fuori della zona calda e, di conseguenza, non partecipa sempre a questo fenomeno. Un altro aspetto da considerare è che l’inquinamento luminoso deve essere praticamente assente, se si vuole godere di una vista degna di nota. Chiaramente, in Scozia è più difficile trovare dei posti che siano pensati appositamente per l’osservazione di questo spettacolo naturale, quindi forse non è la scelta migliore, se volete essere certi di vederla.

Una delle mete tipiche dei cacciatori di aurora è, senza ombra di dubbio, l’Islanda. Si tratta dello stato che, forse, meglio rappresenta l’immagine dell’aurora boreale e la maggior parte delle fotografie che si possono trovare sul web sono state scattate proprio in Islanda. Si può vedere il fenomeno da tutta l’isola, ma il punto che viene consigliato maggiormente è in National Park, poco fuori dalla capitale.

aurora boreale

Un altro dei punti più belli in cui vedere i fasci di luce è l’arcipelago delle isole Faroe, sopra la Danimarca. In questo punto l’aurora è ben visibile e dona veramente dei colori spettacolari.

L’elenco continua e raccoglie diversi stati del nord Europa. Russia, Svezia, Norvegia e Finlandia sono solo alcuni dei luoghi in cui si può assistere al fenomeno.

Nel caso foste interessati ad un viaggio extra continentale, allora non potete perdervi l’Alaska e il Canada, gli altri due grandi centri di osservazione dell’aurora.

Questo è ciò che siamo riusciti a raccogliere sull’aurora boreale. Come già detto, a breve uscirà un articolo dedicato alla strumentazione necessaria per godere pienamente di questo fenomeno.

Nel frattempo, rimaniamo in attesa di sentire le vostre considerazioni in merito.

Esperti cacciatori di aurore, battete un colpo se ci siete!

Articolo di Daniel Zanatta

 

SCARICA GRATIS IL NOSTRO PRIMO EBOOKhttps://www.zainoinviaggio.it/viaggia-quando-vuoi-guida/

E NON DIMENTICARE DI ISCRIVERTI ALLA NEWSLETTERhttps://www.zainoinviaggio.it/newsletter/

E di entrare a far parte del GRUPPO PRIVATO Zaino in Viaggio su Facebookhttps://www.facebook.com/groups/205018259979417/

Avatar for Redazione Zaino in Viaggio
Redazione Zaino in Viaggio

I viaggi sono la nostra più grande passione. Basta uno zaino, un biglietto aereo, una fotocamera e via, si parte.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Click here to subscribe